Top

Eurovision, Gigliola Cinguetti: "La Russia non andava esclusa, così si alimenta il vittimismo di Putin"

La storica interprete della musica italiana, che vinse la manifestazione nel 1964 con `Non ho l'età´, alloggia da diversi giorni un hotel cittadino dove si sta preparando a riproporre il suo vecchio successo

Eurovision, Gigliola Cinguetti: "La Russia non andava esclusa, così si alimenta il vittimismo di Putin"
Gigliola Cinguetti

globalist

12 Maggio 2022 - 17.32


Preroll

La cantante Gigliola Cinguetti,  ospite d’onore della serata finale dell’Eurovision, non approva la decisione dell’Ebu dilasciare a casa i cantanti della Russia: “Noi facciamo musica e qui dovrebbero esserci anche gli artisti russi perché è importante non alimentare il vittimismo putiniano”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

La storica interprete della musica italiana, che vinse la manifestazione nel 1964 con `Non ho l’età´, alloggia da diversi giorni un hotel cittadino dove si sta preparando a riproporre il suo vecchio successo a milioni di spettatori di tutto il mondo davanti alla tv o connessi. Sfoggia una spilla con la bandiera ucraina a testimonianza della sua vicinanza con il Paese in guerra, ma non ha dubbi: a questa gara, a giocarsela per la vittoria, doveva esserci anche la Russia.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage