Top

Il mondo della politica omaggia Franco Battiato: da Conte alla Meloni (ma c'è anche tanta ipocrisia)

Sulle pagine social per salutare Franco Battiato, il Maestro, deceduto a 76 anni nella sua abitazione di Milo, nel Catanese

Franco Battiato
Franco Battiato

globalist

18 Maggio 2021 - 09.33


Preroll

“E il mio maestro mi insegnò com’è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire. Ciao Maestro”, ha scritto sui social Giuseppe Conte.
Ma non è il solo, infatti quest’oggi i politici si sono riversati sui social per onorare e salutare con messaggi di cordoglio Franco Battiato, morto a 76 anni nella sua abitazione di Milo, nel Catanese.
“Ci la lasciato un Maestro. Uno dei più grandi della canzone d’autore italiana. Unico, inimitabile sempre alla ricerca di espressioni artistiche nuove. Lascia una eredità perenne”, ha scritto il ministro della Cultura, Dario Franceschini.
“Io avrò cura di te’. Per me la più bella con le parole più semplici e più potenti. Grazie di tutte le emozioni che ci hai dato”. Così su Twitter Enrico Letta, segretario del Pd.
“Franco Battiato ci ha lasciato. È una perdita enorme per il paese e per tutti noi. ‘La cura’, canzone meravigliosa, resterà per sempre nel mio cuore e nella mia mente. La sua musica non era solo musica. Era poesia” sono le parole di Lucia Azzolina mentre il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, scrive; “Il mio sincero, profondo dispiacere per la scomparsa di Franco Battiato. Maestro. Poeta. Signore della musica e delle parole. Ci mancherà”.
Su Facebook il pensiero del presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: “L’Italia si inchina alla vita, all’opera di Franco Battiato. A Dio Maestro”. “Battiato ha emozionato come pochi altri artisti. Buon viaggio, Maestro” scrive il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. 
Parole di cordoglio per la scomparsa di Franco Battiato arrivano anche da Matteo Renzi (“Non ci sono parole per ricordare chi, con parole e musica, ha emozionato e commosso intere generazioni. Addio Maestro”) e dal ministro degli Esteri Luigi di Maio: “Ci ha lasciati uno dei più grandi artisti italiani, che nella sua lunga carriera ha saputo sperimentare e plasmare la musica come nessun altro. Sei stato d’esempio e ispirazione per tanti. Mi stringo ai familiari. Ciao Maestro”).
“Sul ponte sventola bandiera bianca”. citando una delle più famose canzoni il commissario europeo Paolo Gentiloni ricorda su twitter Franco Battiato mentre il leader della Lega, Matteo Salvini scrive: “Perché sei un essere speciale ed io, avrò cura di te’. Una preghiera, un ricordo e una canzone per il grande maestro, Franco”.
Antonio Tajani, coordinatore nazionale di Forza Italia ricorda il cantautore siciliano per la sua libertà espressiva: “Seduto sotto un albero a meditare/ mi vedevo immobile danzare con il tempo/come un filo d’erba/che si inchina alla brezza di maggio/ o alle sue intemperie”. Ci lascia Franco Battiato, un filosofo, un uomo libero che non si è mai piegato alle mode. Riposa in pace Maestro”. Mentre il deputato dem Emanuele Fiano, della presidenza del Gruppo Pd alla Camera punta sulla capacità artistica del Maestro. “Ci mancherà Franco Battiato inimitabile maestro della musica d’autore, sempre spinto oltre il consueto, instancabile ricercatore di culture lontane, ci lascia un’eredità ricchissima”.
“Un cantautore unico e inimitabile, un pezzo della musica italiana, della nostra storia e di tanti ricordi. Addio Maestro, l’Italia non ti dimenticherà”. ha commentato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti via Twitter.
“Il maestro Battiato non è più con noi. Ci ha lasciato mondi di bellezza in cui incontrarsi. Sempre” è il commiato della ministra per le Pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile