La nonna di Fedez imbarazza il nipote: "Oggi in Italia ci vorrebbe Mussolini"

L'80enne Luciana Violini, che Fedez ha invitato nella prima puntata del podcast che conduce insieme allo YouTuber Luis Sal, ha espresso la sua discutibile opinione

Fedez con la nonna

Fedez con la nonna

globalist 17 gennaio 2020

Non ci bastava doverci sorbire l'opinione assolutamente non richiesta di personaggi presunti famosi che si improvvisano politologi e sparano le prime scemenze che gli vengono in mente: ora dobbiamo dare spazio pure ai loro parenti prossimi. 

E così la nonna di Fedez (no, non è uno scherzo), la signora 80enne Luciana Violini, nel corso della prima puntata del podcast che il rapper conduce con lo YouTuber Luis Sal, ha detto: "Mussolini ci vuole qua, oggi, quello che era prima e non quello che è stato dopo. Io l’ho conosciuto, io ho preso un premio da Mussolini. Avevo 6 anni. Voi credete nel Mussolini che c’è stato dopo, ma all’inizio ha fatto la Marcia su Roma e oggi ci vorrebbe la Marcia su Roma. Oggi ci vorrebbe". 
Inutili le rimostranze del nipote, che immaginiamo si sarà amaremente pentito di aver invitato l'anziana nonna, che ha risposto: "Non puoi dire una cosa del genere, non sono d'accordo con te". Ma ormai il danno era fatto. Non un grandissimo inizio per il programma del marito di Chiara Ferragni.