Top

Isabella Ferrari scandalosa al Festival di Roma

L'attrice afferma di aver affrontato senza imbarazzo le scene di nudo in E la chiamano estate di Paolo Franchi, terzo film italiano in concorso al Festival romano.

Isabella Ferrari scandalosa al Festival di Roma

Desk

14 Novembre 2012 - 14.41


Preroll

«Girare le scene di nudo non mi ha imbarazzato affatto. Paolo Franchi mi ha detto di non costruire nulla e io ho pensato al vuoto. Questo mi ha aiutato a trovare la morbidezza per fare quelle scene». Così Isabella Ferrari racconta, durante l’incontro con i giornalisti, come ha affrontato il ruolo di Anna in E la chiamano estate, terzo film italiano in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma, che sarà proiettato stasera alle 22 in sala Sinopoli.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Nella pellicola, la Ferrari appare spesso nuda, a partire dalla scena che apre il film, un primo piano della sua vagina. «Quando Paolo Franchi mi ha proposto di fare questo ruolo – spiega l’attrice – devo dire di non aver capito molto. Per me però il regista è fondamentale e quando l’ho incontrato ho deciso di prendere parte al film. Questa è una pellicola d’autore – aggiunge – e io mi ci sono buttata a capofitto. Paolo mi ha chiesto di non costruire nulla, di non avere maschere e per me è stato bellissimo. Nel girare le scene di nudo non ho provato imbarazzo anche se ci sono arrivata dopo un grande lavoro fatto col regista».

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage