Stoltenberg avverte la Cina che ci saranno conseguenze se continuerà ad aiutare la Russia per l'Ucraina
Top

Stoltenberg avverte la Cina che ci saranno conseguenze se continuerà ad aiutare la Russia per l'Ucraina

Il segretario generale uscente della Nato ha detto che la Cina affronterà conseguenze se continuerà a sostenere la Russia, mentre evidenziava un forte aumento delle spese per la difesa degli alleati dopo l’invasione dell’Ucraina.

Stoltenberg avverte la Cina che ci saranno conseguenze se continuerà ad aiutare la Russia per l'Ucraina
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Giugno 2024 - 11.49


ATF

Il segretario generale uscente della Nato ha detto che la Cina affronterà conseguenze se continuerà a sostenere la Russia, mentre evidenziava un forte aumento delle spese per la difesa degli alleati dopo l’invasione dell’Ucraina.

Jens Stoltenberg ha affermato che la visita del presidente russo Vladimir Putin questa settimana alla Corea del Nord, che ha fornito munizioni a Mosca nonostante fosse soggetta alle sanzioni delle Nazioni Unite, ha ulteriormente dimostrato come Mosca fosse “dipendente” dai leader autoritari.

Stoltenberg ha affermato che Kiev ha bisogno di finanziamenti militari prevedibili e costanti mentre saluta l’aumento dei bilanci della difesa dei membri della Nato, affrontando un fattore chiave dietro lo scetticismo di Donald Trump sull’aiuto all’Ucraina.

Il mese prossimo la Nato celebrerà il suo 75° anniversario con un vertice a Washington che mira a inviare un messaggio decisivo di sostegno a lungo termine all’Ucraina in vista della lotta per la rielezione del presidente Joe Biden contro il candidato repubblicano Trump a novembre.

Leggi anche:  La Nato imputa alla Cina il ruolo decisivo nella guerra della Russia all'Ucraina

“Più sarà credibile il nostro sostegno a lungo termine, più velocemente Mosca si renderà conto che non può aspettarci”, ha detto Stoltenberg, ex primo ministro norvegese, in visita nella capitale degli Stati Uniti per gettare le basi.

“Può sembrare un paradosso, ma la strada verso la pace passa attraverso più armi per l’Ucraina”, ha detto.

Nel 2023, a Stoltenberg è stato chiesto di prolungare il suo mandato come segretario generale della Nato per un ulteriore anno fino all’ottobre 2024 dopo che i membri dell’alleanza militare occidentale non erano riusciti a trovare un accordo su una sostituzione.

È stato riferito oggi che l’Ungheria aveva abbandonato la sua opposizione al primo ministro olandese Mark Rutte come prossimo segretario generale della Nato. Anche la Slovacchia è pronta a sostenere Rutte come prossimo capo della Nato, ha detto martedì il presidente slovacco Peter Pellegrini.

Native

Articoli correlati