Israele continua bloccare i valichi di Rafah e Kerem Shalom: peggiora la crisi umanitaria
Top

Israele continua bloccare i valichi di Rafah e Kerem Shalom: peggiora la crisi umanitaria

Il 7 maggio, Israele ha preso il controllo del valico mentre intensificava la sua campagna militare intorno a Rafah. Da allora gli aiuti si sono accumulati da parte egiziana.

Il valico di Rafah
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Maggio 2024 - 12.32


ATF

Israele sta continuando la chiusura del valico di frontiera di Rafah (situato tra l’Egitto e il sud di Gaza).

È stata una via vitale per gli aiuti al territorio costiero, dove una grave crisi umanitaria si è aggravata con molti palestinesi a rischio di carestia. Il 7 maggio, Israele ha preso il controllo del valico mentre intensificava la sua campagna militare intorno a Rafah. Da allora gli aiuti si sono accumulati da parte egiziana.

Israele ha affermato che spetta all’Egitto riaprire il valico e consentire gli aiuti umanitari a Gaza, spingendo il Cairo a denunciare quelli che ha descritto come “tentativi disperati” di scaricare la colpa per il blocco degli aiuti.

L’Onu e altre agenzie umanitarie internazionali hanno affermato che la chiusura di due valichi nel sud di Gaza – Rafah e Kerem Shalom, controllato da Israele – ha praticamente tagliato il territorio dagli aiuti esterni.
Invia commenti

Leggi anche:  Israele, una rivolta popolare contro il "governo dei lutti e fallimenti"
Native

Articoli correlati