La Russia di Putin censura Pier Paolo Pasolini: oscurate molte pagine di un libro sull'intellettuale
Top

La Russia di Putin censura Pier Paolo Pasolini: oscurate molte pagine di un libro sull'intellettuale

In Russia la censura scatta per Pier Paolo Pasolini. La casa editrice AST ha censurato il libro di Roberto Carnero "Pasolini. Morire per le idee", che racconta la biografia del regista. Diverse dozzine di pagine cancellate

La Russia di Putin censura Pier Paolo Pasolini: oscurate molte pagine di un libro sull'intellettuale
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Aprile 2024 - 19.49


ATF

In Russia la censura scatta per Pier Paolo Pasolini. La casa editrice AST ha censurato il libro di Roberto Carnero “Pasolini. Morire per le idee”, che racconta la biografia del regista e poeta italiano. Nel libro, diverse dozzine di pagine il testo è cancellato col nero. Uno dei primi a segnalare la censura è stato il giornalista Ivan Davydov. La foto di una pagina del libro, quasi completamente ritoccata in nero, è stata pubblicata da Gorkij, che ha firmato la recensione del libro.

Secondo il canale Telegram “Caution, News”, che ha esaminato la biografia, circa un quinto dell’opera è stato censurato. Le singole frasi sono state oscurate, compresi i dettagli biografici, gli estratti di interviste e le note a piè di pagina. In alcuni passi del saggio, oscurate intere pagine Secondo il canale Telegram, il tema della sessualità e dell’omosessualità di Pasolini è stato quasi completamente rimosso dal libro. Anche le poesie sono state censurate, ad esempio i versi “Non so come stare da solo. Sono posseduto da una brama senz’anima per i corpi”.

Leggi anche:  Putin dice che il futuro della Russia dipende dalle forze militari che sono in Ucraina

Secondo il sito web dell’ACT, “il testo del libro è stato sforbiciato per la legge federale 478”, approvata nel dicembre 2022, legge chge ha impostoi il divieto totale di “propaganda di relazioni non tradizionali”, equiparandole alla pedofilia. Al bando la diffusione di informazioni su LGBT e trans.

Le case editrici russe hanno ripetutamente fatto ricorso alla censura. Ad esempio, la casa editrice LikeBook (parte di Eksmo) lo ha fatto con la descrizioniedel sesso tra due uomini nel libro di Max Falk “To Pieces”. Alpina Publisher ha censurato il libro di Mark Manson Everything Sucks. Il Corvo Bianco ha rimosso diverse pagine dal libro “Hello, Periods!” di Yumi Steins e Melissa Kang.

Questa settimana, ACT ha ritirato almeno sei libri dalla vendita, libri nei quali ha trovato segni di “propaganda LGBT” e “riassegnazione di genere”. In particolare, sono stati banditi i libri “Legacy” di Vladimir Sorokin e “A Little Life” di Hanya Yanagihara.

Native

Articoli correlati