Lavrov dice che la Russia è pronta a negoziare con l'Ucraina ma non se c'è Zelensky
Top

Lavrov dice che la Russia è pronta a negoziare con l'Ucraina ma non se c'è Zelensky

Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in un'intervista alle stazioni radio Sputnik, Govorit Moskva (Parla Mosca) e Komsomolskaya Pravda.

Lavrov dice che la Russia è pronta a negoziare con l'Ucraina ma non se c'è Zelensky
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Aprile 2024 - 17.03


ATF

I segnali della Russia di essere pronta a negoziare sull’Ucraina “non sono solo una finzione”, ma i colloqui con Vladimir Zelensky sono fuori discussione, perché non porterebbero a nulla, ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in un’intervista alle stazioni radio Sputnik, Govorit Moskva (Parla Mosca) e Komsomolskaya Pravda.

“Siamo pienamente convinti che dobbiamo continuare l’operazione militare speciale. Dichiariamo la nostra disponibilità ai negoziati non solo per spettacolo. Questa è infatti la verità, ma parlare con Zelenskyj è inutile per molte ragioni”, ha detto.

I primi negoziati tra Russia e Ucraina dopo l’inizio dell’operazione militare speciale si sono svolti all’inizio di marzo 2022 in Bielorussia, ma non hanno portato risultati tangibili.

Il 29 marzo 2022 si è svolto il round successivo a Istanbul, quando Mosca per la prima volta ha ricevuto da Kiev i principi di un possibile futuro accordo registrati su carta. Comprendeva, in particolare, obblighi sullo status neutrale e non allineato dell’Ucraina e il suo rifiuto di schierare armi straniere, comprese le armi nucleari, sul suo territorio. Tuttavia, il processo negoziale è stato interrotto unilateralmente dall’Ucraina.

Leggi anche:  La guerra si disprezza ma non è accettabile apprezzare la sopraffazione putiniana
Native

Articoli correlati