Usa, i repubblicani disponibili a approvare nuovi aiuti all'Ucraina ma il problema è il no dell'estrema destra trumpiana
Top

Usa, i repubblicani disponibili a approvare nuovi aiuti all'Ucraina ma il problema è il no dell'estrema destra trumpiana

Il presidente della Camera degli Stati Uniti Mike Johnson sta negoziando con la Casa Bianca per aumentare i finanziamenti in tempo di guerra per l'Ucraina

Usa, i repubblicani disponibili a approvare nuovi aiuti all'Ucraina ma il problema è il no dell'estrema destra trumpiana
Mike Johnson, presidente repubblicano della Camera
Preroll

globalist Modifica articolo

12 Aprile 2024 - 12.56


ATF

Dopo mesi di ritardo, un repubblicano di spicco della Camera ha detto che il presidente della Camera degli Stati Uniti sta negoziando con la Casa Bianca per aumentare i finanziamenti in tempo di guerra per l’Ucraina – un pacchetto che si discosterebbe dal pacchetto di sicurezza estera da 95 miliardi di dollari del Senato e includerebbe diverse richieste repubblicane.

Il presidente della Camera Mike Johnson ha dovuto affrontare crescenti pressioni riguardo a un pacchetto di aiuti per l’Ucraina, non solo da parte di Joe Biden, che ha ripetutamente rimproverato i repubblicani per non aver aiutato l’Ucraina, ma da parte dei membri di estrema destra trumpiana che rimangono fermamente contrari a ulteriori aiuti all’Ucraina.

“Non è stato raggiunto alcun accordo”, ha detto giovedì ai giornalisti il leader repubblicano della Camera Steve Scalise. “Ovviamente bisognerebbe raggiungere un accordo non solo con la Casa Bianca, ma anche con i nostri stessi membri”.

Johnson si recherà venerdì al club di Mar-a-Lago in Florida per incontrare Donald Trump, che ha detto che negozierà la fine del conflitto mentre cerca di spingere gli Stati Uniti verso una posizione più isolazionista. Johnson avrebbe consultato Trump nelle ultime settimane sui finanziamenti all’Ucraina per ottenere il suo sostegno – o almeno impedirgli di opporsi apertamente al pacchetto.

Leggi anche:  Trump definisce il processo sui fondi neri alla pornostar una 'interferenza politica'

Alcuni di questi aiuti potrebbero includere l’invio di denaro a Kiev come prestito o il reindirizzamento dei beni russi sequestrati ai sensi della legge sulla ricostruzione della prosperità e delle opportunità economiche (Repo) per gli ucraini – una deviazione dai precedenti pacchetti di aiuti inviati all’Ucraina.

Anche così, gli oppositori agli aiuti a Kiev, come la deputata cospirazionista Marjorie Taylor Greene della Georgia, difficilmente avrebbe argomenti. Greene ha minacciato di cercare di estromettere Johnson dalla carica di relatore e ha avvertito che l’aumento dei finanziamenti per l’Ucraina aiuterebbe a sostenere la sua tesi secondo cui i legislatori repubblicani dovrebbero selezionare un nuovo relatore.

“Il mondo diventa più pericoloso con la Russia a Kiev”, ha detto il deputato Don Bacon, un repubblicano che sostiene gli aiuti all’Ucraina. “Quindi dobbiamo solo trovare un modo intelligente per far approvare un disegno di legge che possiamo presentare e riportare al Senato.”

Native

Articoli correlati