Gaza: Netanyahu ammette l'uccisione di 7 operatori umanitari ma parla di incidente
Top

Gaza: Netanyahu ammette l'uccisione di 7 operatori umanitari ma parla di incidente

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha riconosciuto che le forze israeliane hanno effettuato l'attacco in cui a Gaza sono rimasti uccisi 7 operatori umanitari di World Central Kitchen

Gaza: Netanyahu ammette l'uccisione di 7 operatori umanitari ma parla di incidente
Operatori umanitari uccisi a Gaza dagli israeliani
Preroll

globalist Modifica articolo

2 Aprile 2024 - 19.34


ATF

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha riconosciuto che le forze israeliane hanno effettuato l’attacco in cui a Gaza sono rimasti uccisi 7 operatori umanitari di World Central Kitchen. “Purtroppo nell’ultimo giorno c’è stato un tragico incidente in un attacco non intenzionale delle nostre forze su persone innocenti nella Striscia di Gaza”, ha detto Netanyahu, aggiungendo che i funzionari stanno “controllando a fondo” e “faranno di tutto perché questo non si ripeta”. A seguito dell’attacco il World Central Kitchen ha sospeso le sue operazioni a Gaza.

Volontari uccisi a Gaza, Londra convoca l’ambasciatore d’Israele

Il governo britannico ha convocato l’ambasciatore israeliano a Londra dopo l’uccisione di sette volontari, fra cui tre cittadini britannici, in un raid contro un convoglio di aiuti umanitari nella Striscia di Gaza. Lo riferisce il Foreign Office. Il gesto di protesta viene presentato come una sollecitazione allo Stato ebraico a dare risposte sull’accaduto e a consentire un’indagine indipendente. 

Tre britannici e un americano tra i volontari uccisi a Gaza

Sono tre i cittadini britannici uccisi con altri quattro operatori umanitari nel raid israeliano che ha colpito un convoglio dell’ong americana Wck mentre portava aiuti nella Striscia di Gaza. Lo riferiscono i media del Regno Unito citando fonti della stessa ong, dopo che inizialmente si era parlato di un cittadino britannico tra le vittime. Gli altri volontari colpiti a morte sono un uomo con doppia cittadinanza di Usa e Canada, un palestinese, un polacco e un’australiana. 

Leggi anche:  Israele-Iran, tragedia o opportunità: un dilemma che può cambiare il volto del Medio Oriente

Media: a colpire i veicoli Wck un drone con 3 razzi

Un drone dell’esercito israeliano ha sparato ripetutamente al convoglio di aiuti del Wck dopo che “i soldati hanno pensato che terroristi armati fossero nel gruppo”. Lo ricostruisce un rapporto di Haaretz che cita fonti anonime della sicurezza a conoscenza dell’accaduto. Secondo lo stesso giornale, “un drone Hermes 450 ha tirato tre missili in rapida successione” nonostante sul tetto dei veicoli fosse chiaramente indicato che appartenevano al Wck. La decisione – ha proseguito il rapporto – è stata presa da un’unità a guardia del percorso di trasporto degli aiuti.

Native

Articoli correlati