La Francia chiede al Consiglio di Sicurezza dell'Onu il cessate il fuoco immediato a Gaza
Top

La Francia chiede al Consiglio di Sicurezza dell'Onu il cessate il fuoco immediato a Gaza

 La Francia ha chiesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di agire rapidamente per chiedere un cessate il fuoco a Gaza «ora, non la prossima settimana»

La Francia chiede al Consiglio di Sicurezza dell'Onu il cessate il fuoco immediato a Gaza
Nicolas de Riviere, ambasciatore francese all'Onu
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Marzo 2024 - 00.48


ATF

 La Francia ha chiesto al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite di agire rapidamente per chiedere un cessate il fuoco a Gaza «ora, non la prossima settimana», l’ha dichiarato l’ambasciatore francese Nicolas de Riviere ai giornalisti, chiedendo una riunione d’emergenza a porte chiuse del Consiglio. La situazione a Gaza «è assolutamente catastrofica» e «non è a causa di un disastro naturale, è una guerra e dobbiamo fermarla», ha insistito.

 «Non possiamo più procrastinare, dobbiamo agire subito», ha ribadito, prima di ricordare le altre priorità: il rilascio degli ostaggi detenuti da Hamas e il pieno accesso umanitario.

 De Riviere ha fatto riferimento al rapporto pubblicato oggi dell’iniziativa globale Integrated Food Security Phase Classification (IPC), uno strumento delle Nazioni Unite, che avverte che 1,1 milioni di persone sono attualmente «catastroficamente insicure», il livello più grave, senza precedenti nei 20 anni di esistenza dell’indice. Il Consiglio di Sicurezza ha già respinto tre volte risoluzioni che chiedevano un cessate il fuoco a Gaza per il veto degli Stati Uniti, che hanno appoggiato la tesi di Israele secondo cui una tregua servirebbe a riarmare Hamas.

Leggi anche:  Assalto al furgone che trasportava un detenuto, morti 2 agenti della penitenziaria: 3 i feriti gravi

Nell’ultimo mese è circolata tra i membri del Consiglio un’altra bozza di risoluzione, redatta dagli Stati Uniti, che cercherebbe di limitare il cessate il fuoco a sei settimane e di subordinarlo al preventivo rilascio degli ostaggi detenuti da Hamas, ma i membri del Consiglio non riescono a trovare un accordo sui termini del testo. La posizione della Francia si è evoluta dall’inizio della guerra e, mentre all’inizio il governo di Emmanuel Macron era più favorevole a Israele, da tempo si è unito alle richieste di altri Paesi affinché Israele dichiari il cessate il fuoco, in linea con la maggior parte della comunità internazionale.

Native

Articoli correlati