Il Cile chiede alla Corte Penale Internazionale una inchiesta sui crimini israeliani contro i palestinesi
Top

Il Cile chiede alla Corte Penale Internazionale una inchiesta sui crimini israeliani contro i palestinesi

L'annuncio è stato fatto dall'ambasciatrice cilena all'ONU, Paula Narváez, che, dopo aver parlato con il presidente Gabriel Boric e con il ministro degli Esteri Alberto van Klaveren, ha messo al corrente della decisione l'Assemblea generale a New York

Il Cile chiede alla Corte Penale Internazionale una inchiesta sui crimini israeliani contro i palestinesi
Paula Narváez, ambasciatrice del Cile all'Onu
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Gennaio 2024 - 11.56


ATF

Non solo il Sudafrica. Il Cile ha deciso di rivolgersi alla Corte Penale Internazionale (CPI) per chiedere un’indagine sull’operato del governo di Israele nella Striscia di Gaza. L’annuncio è stato fatto dall’ambasciatrice cilena presso l’ONU, Paula Narváez, che, dopo aver parlato con il presidente Gabriel Boric e con il ministro degli Esteri Alberto van Klaveren, ha messo al corrente della decisione l’Assemblea generale a New York.

«Il Cile – ha dichiarato Narváez – non rimarrà indifferente alla situazione attuale e al dolore del popolo palestinese» e «per questo il Cile presenterà tempestivamente un’istanza riguardante la situazione in Palestina alla Procura della CPI». Chiederemo, ha infine detto, «un’indagine sui crimini internazionali commessi nei territori palestinesi occupati, alla quale speriamo che altri paesi possano unirsi».

Il Cile ospita la maggiore comunità palestinese al di fuori del mondo arabo, forte di 400-500.000 membri, e le vicende della guerra a Gaza hanno suscitato tra le sue fila una forte ondata di indignazione e proteste.

Leggi anche:  Israele, la violenza di regime contro i manifestanti: quello della destra è uno Stato di polizia
Native

Articoli correlati