Passaportopoli in Israele: pressioni per un passaporto diplomatico al figlio di Netanyahu
Top

Passaportopoli in Israele: pressioni per un passaporto diplomatico al figlio di Netanyahu

Passaportopoli: il capo della diplomazia israeliana, Eli Cohen, ha fatto pressioni sui funzionari del ministero per far ottenere passaporti diplomatici ad alti funzionari del Likud e a Yair Netanyahu, figlio del premier Benjamin Netanyahu.

Passaportopoli in Israele: pressioni per un passaporto diplomatico al figlio di Netanyahu
Netanyahu e il figlio Yair
Preroll

globalist Modifica articolo

7 Dicembre 2023 - 11.33


ATF

Passaportopoli: il capo della diplomazia israeliana, Eli Cohen, ha fatto pressioni sui funzionari del ministero per far ottenere passaporti diplomatici ad alti funzionari del Likud e a Yair Netanyahu, figlio del premier Benjamin Netanyahu.

Lo ha riferito Haaretz, sostenendo che tra i beneficiari ci sono Yisrael Gantz, a capo del consiglio regionale di Mateh Binyamin, e il sindaco di Dimona, Benny Biton. Secondo il quotidiano, i funzionari si sono rivolti al direttore generale Ronen Levy, sottolineando che non erano idonei, ma sono stati respinti.

Anche il 32enne Yair ha avuto un passaporto diplomatico, anche se ne aveva diritto solo fino ai 18 anni. La motivazione è stata che ne ha bisogno perché durante i viaggi all’estero è protetto dallo Shin Bet e gli agenti hanno passaporti diplomatici. Yair Netanyahu è stato di recente al centro di forti polemiche perché allo scoppio della guerra è rimasto negli Stati Uniti invece di tornare, come migliaia di riservisti, per combattere contro Hamas a Gaza.

Leggi anche:  Israele: quei soldati mandati al macello da un governo contro tutti

Alla fine di novembre, media israeliani hanno riferito che si è `arruolato´ come volontario nella United Hatzalah, un’organizzazione israeliana di servizi medici di emergenza, lavorando per raccogliere fondi.

Native

Articoli correlati