Strage di Kostiantynivka, l'inchiesta: non furono i russi ma un missile ucraino fuori controllo
Top

Strage di Kostiantynivka, l'inchiesta: non furono i russi ma un missile ucraino fuori controllo

Due settimane dopo la tragedia nel mercato di Kostiantynivka, in Ucraina, dove un missile ha causato la morte di almeno 17 persone, tra cui alcuni bambini un'inchiesta del New York Times punta il dito verso Kiev.

Strage di Kostiantynivka, l'inchiesta: non furono i russi ma un missile ucraino fuori controllo
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Settembre 2023 - 10.11


ATF

Due settimane dopo la tragedia nel mercato di Kostiantynivka, in Ucraina, dove un missile ha causato la morte di almeno 17 persone, tra cui alcuni bambini, e il ferimento di circa altre 30, un’inchiesta condotta dal New York Times punta il dito verso Kiev.

Mentre subito dopo l’attacco il presidente Volodymyr Zelensky aveva condannato la “disumanità assoluta” attribuendola alla Russia, alcuni dettagli avevano suscitato dubbi sulla provenienza del missile, suggerendo che potesse essere ucraino invece che russo. Ora, un’inchiesta del New York Times sembra confermare questa ipotesi, sollevando seri interrogativi sul coinvolgimento russo.

Secondo quanto riportato dal quotidiano newyorchese, sembra che la tragedia di Kostiantynivka sia stata causata da un tragico errore commesso dalle forze armate ucraine. In primo luogo, il missile sembra essere stato lanciato da nord-ovest, un’area sotto il controllo delle forze ucraine, e si sa che in quel momento erano in corso lanci di missili antiaerei proprio da quella zona. In secondo luogo, l’entità e la diffusione dei danni causati dal missile sembrano non essere coerenti con i sistemi d’arma utilizzati dalle forze russe.

Leggi anche:  Gli 007 di Londra: nel Donetsk limitati progressi russi ma al prezzo di un alto numero di perdite

La ricostruzione delle autorità ucraine aveva inizialmente attribuito il missile a un sistema di difesa aerea S-300, ma sembra che la testata esplosiva utilizzata fosse diversa da quella effettivamente scoperta sul luogo dell’esplosione. Inoltre, i frammenti del missile e le dimensioni dei fori sulle facciate delle case nelle vicinanze sembrano essere compatibili con un missile 9M38, che è parte dell’arsenale ucraino utilizzato con il sistema missilistico antiaereo Buk.

In sintesi, sembra che un missile ucraino sia esploso erroneamente a Kostiantynivka, forse a causa di un guasto elettronico o danni alle alette di guida al momento del lancio. Il New York Times riporta anche che le autorità ucraine inizialmente hanno cercato di impedire ai giornalisti di accedere all’area dell’incidente, ma alla fine i reporter sono riusciti a raccogliere frammenti del missile come prova.

Nel frattempo, il governo ucraino ha destituito sei viceministri della Difesa in seguito alla nomina del nuovo ministro Rustem Umerov all’inizio di questo mese, senza fornire una motivazione ufficiale. Tuttavia, fonti anonime interne al governo riferiscono che i sei viceministri si sono dimessi volontariamente su richiesta del ministro Umerov e non torneranno ai loro precedenti incarichi.

Leggi anche:  I leader mondiali in Svizzera per un piano di pace per l'Ucraina: ma non ci sono Russia e Cina

Inoltre, l’alleanza tra l’Ucraina e la Polonia sembra essere in pericolo a causa delle controversie sulle esportazioni di grano ucraino in Europa, che ha anche generato tensioni all’interno dell’Unione europea. La revoca delle restrizioni all’importazione di cereali ucraini in cinque Stati membri dell’UE, inclusi Polonia, Ungheria, Slovacchia, Romania e Bulgaria, ha suscitato disaccordi, con alcune nazioni che hanno mantenuto il divieto unilateralmente. Kiev ha risposto intentando una causa presso l’Organizzazione Mondiale del Commercio contro Polonia, Slovacchia e Ungheria.

Native

Articoli correlati