Oltre 700 mila bambini ucraini portati in Russia dall'inizio dell'invasione
Top

Oltre 700 mila bambini ucraini portati in Russia dall'inizio dell'invasione

La Russia ha "accolto" (per altri rapito) più di 700.000 bambini ucraini dopo aver lanciato la sua invasione su vasta scala dell'Ucraina lo scorso ann

Oltre 700 mila bambini ucraini portati in Russia dall'inizio dell'invasione
Bambini ucraini
Preroll

globalist Modifica articolo

31 Luglio 2023 - 11.22


ATF

Per il tribunale penale internazionale sono deportazioni e rapimenti. Per Mosca sono attività umanitarie.

La Russia ha “accolto” (per altri rapito) più di 700.000 bambini ucraini dopo aver lanciato la sua invasione su vasta scala dell’Ucraina lo scorso anno, ha affermato il commissario presidenziale russo per i diritti dei bambini in un rapporto pubblicato domenica.

“Dal febbraio 2022, la Federazione Russa ha accolto circa 4,8 milioni di residenti in Ucraina e nelle repubbliche del Donbass [di Donetsk e Luhansk], di cui oltre 700.000 bambini”, si legge nel rapporto.

Una “stragrande maggioranza” dei 700.000 bambini ucraini è arrivata in Russia con i loro genitori o parenti, ha detto il commissario per i diritti dei bambini Maria Lvova-Belova senza fornire ulteriori dettagli.

Il suo rapporto elenca 1.500 orfani che sono stati evacuati in Russia dalle regioni separatiste ucraine orientali di Donetsk e Luhansk, 380 dei quali sono stati da allora adottati da genitori russi.

Il rapporto non fa menzione di orfani provenienti da altri territori ucraini, osservando solo che 52 orfani della regione di Kherson occupata dai russi sono stati “temporaneamente” trasportati nella Crimea annessa nel novembre 2022.

Leggi anche:  In Russia, s'allunga la lista nera di Putin: ricercata l'attrice Tatyana Lazareva contraria alla guerra

Lvova-Belova e il presidente Vladimir Putin sono soggetti a un mandato di arresto della Corte penale internazionale (ICC) per “deportazione illegale” di bambini ucraini.

Un’indagine sostenuta dalle Nazioni Unite ha stabilito che il trasferimento forzato e la deportazione di bambini ucraini da parte della Russia nei territori controllati dalla Russia costituisce un crimine di guerra.

Il Cremlino ha respinto il mandato della CPI come legalmente “nullo” poiché la Russia non riconosce la giurisdizione del tribunale dell’Aia.

Kiev afferma che circa 19.500 bambini ucraini sono stati deportati in Russia dall’invasione, molti dei quali si ritiene siano stati collocati in istituti e famiglie affidatarie.

Da allora, altri 15.500 bambini sono stati trovati e 386 restituiti dalla Russia, secondo il database “Children of War” del governo ucraino.

Native

Articoli correlati