In Olanda sequestrati terreni di proprietà dell'ex genero di Vladimir Putin
Top

In Olanda sequestrati terreni di proprietà dell'ex genero di Vladimir Putin

I pubblici ministeri olandesi hanno sequestrato un appezzamento di terreno vicino ad Amsterdam che appartiene all'ex genero di Vladimir Putin Jorrit Faassen,

In Olanda sequestrati terreni di proprietà dell'ex genero di Vladimir Putin
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Maggio 2023 - 21.39


ATF

I pubblici ministeri olandesi hanno sequestrato un appezzamento di terreno vicino ad Amsterdam che appartiene all’ex genero di Vladimir Putin, come rivela un’indagine congiunta del Guardian e di altre due organizzazioni di media.

Il terreno a Duivendrecht è di proprietà di Jorrit Faassen, un uomo d’affari olandese sposato con Maria Vorontsova, la figlia maggiore del presidente russo.

Una registrazione nel catasto olandese mostra che il 12 maggio l’appezzamento di terreno è stato sequestrato dall’ufficio del pubblico ministero nazionale per reati finanziari, economici e ambientali. L’agenzia è responsabile dell’applicazione delle sanzioni.

I documenti del catasto olandese mostrano che il terreno è stato sequestrato nell’ambito di un’indagine penale.

Secondo Heleen over de Linden, avvocato ed esperta in sanzioni, il sequestro indica che Faassen potrebbe essere oggetto di un’indagine, sebbene il motivo esatto del sequestro non possa essere accertato dai documenti pubblici. I pubblici ministeri olandesi non hanno voluto commentare il motivo del sequestro o se Faassen fosse sotto inchiesta.

Leggi anche:  Putin minaccia l'Occidente: "L'ingresso di truppe Nato in Ucraina sarebbe un passo verso la guerra globale"

L’indagine è stata condotta da Follow the Money, The Guardian e Proekt Media, un sito investigativo russo.

Si dice che Faassen, che vive a Mosca, sia stato interrogato dalle autorità all’aeroporto di Schiphol di recente mentre volava nei Paesi Bassi, ha riferito Proekt Media giovedì, citando una fonte che conosce Faassen.

Secondo il rapporto, la persona ha detto che gli investigatori hanno interrogato Faassen con l’accusa di “evasione delle sanzioni” e gli hanno confiscato il laptop e il cellulare. È tornato rapidamente a Mosca, ha detto la persona.

Faassen non ha risposto alle telefonate o alle domande inviate via e-mail dal Guardian sul sequestro della terra o sull’incidente segnalato a Schiphol.

Entrambe le figlie adulte di Putin, Maria e Katerina, sono state aggiunte agli elenchi delle sanzioni dell’UE e degli Stati Uniti nell’aprile 2022, poco dopo che la Russia ha lanciato la sua invasione su vasta scala dell’Ucraina. Faassen non è soggetta ad alcuna sanzione negli Stati Uniti, nell’UE o nel Regno Unito.

Leggi anche:  Il Cremlino conferma che le esercitazioni con armi nucleari volute da Putin si svolgeranno nei tempi previsti

Faassen ha sposato Vorontsova nel 2008, ma si dice che la coppia abbia divorziato. La coppia ha un figlio di 10 anni insieme, secondo quanto riportato dai media russi.

Gli Stati Uniti a marzo hanno dichiarato che stavano lanciando una nuova repressione nei confronti di paesi e individui coinvolti nella violazione delle sanzioni, un’ampia gamma di attività che possono variare dall’incanalare le importazioni vietate in Russia al facilitare gli interessi finanziari dei russi sanzionati all’estero.

La Russia ha utilizzato reti di punti di trasbordo e altre soluzioni alternative per evitare l’isolamento economico, mentre gli attivisti si sono lamentati del fatto che le famiglie dei funzionari russi sanzionati continuano a vivere in Europa nonostante la guerra.

Il terreno fuori Amsterdam e il suo collegamento con Faassen sono ben noti al pubblico. Poco dopo l’inizio dell’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia nel 2022, i manifestanti hanno eretto cartelli sul terreno chiedendo a Putin di “liberare Navalny”, riferendosi al leader dell’opposizione imprigionato Alexei Navalny, e chiedendo a Vorontsova di dire a suo padre di fermare la guerra in Ucraina .

Leggi anche:  Putin minaccia l'Occidente: "L'ingresso di truppe Nato in Ucraina sarebbe un passo verso la guerra globale"

Altrimenti, il terreno di 1.432 metri quadrati (0,35 acri) a Molenkade 28 a Duivendrecht, un’area appena a sud-est di Amsterdam, è abbastanza insignificante. Mentre il terreno è attualmente vuoto, Faassen, il proprietario elencato, ha chiesto nel 2021 il permesso di costruire una casa e sei piccoli edifici per uffici sul terreno.

Nel marzo 2022 il comune ha interrotto la procedura di autorizzazione sulla base degli “stretti legami” di Faassen con Putin.

Native

Articoli correlati