Medvedev minaccia lo stop all'accordo del grano se il G7 vieterà esportazioni verso la Russia
Top

Medvedev minaccia lo stop all'accordo del grano se il G7 vieterà esportazioni verso la Russia

L'ex presidente russo Dmitri Medvedev ha minacciato di porre fine all'accordo negoziato all'Onu che consente l'esportazione di grano ucraino se il G7 procederà con un potenziale divieto di quasi tutte le esportazioni verso la Russia.

Medvedev minaccia lo stop all'accordo del grano se il G7 vieterà esportazioni verso la Russia
Dmitry Medvede
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Aprile 2023 - 10.07


ATF


L’ex presidente russo Dmitri Medvedev ha minacciato di porre fine all’accordo negoziato all’Onu che consente l’esportazione di grano ucraino se il G7 procederà con un potenziale divieto di quasi tutte le esportazioni verso la Russia.

Il Gruppo dei Sette (G7) sta prendendo in considerazione un divieto quasi totale delle esportazioni verso la Russia. Una indiscrezione che è stata fatta filtrare attraverso l’agenzia di stampa giapponese Kyodo, che a sua volta ha citato fonti governative giapponesi. La Russia ha ripetutamente minacciato di rinunciare alla sua partecipazione all’accordo sul grano, la cui scadenza è prevista per il 18 maggio.

Sul suo canale Telegram Medvedev ha scritto: “L’idea degli idioti del G7 di un divieto totale delle esportazioni verso il nostro Paese è bella perché implica un divieto reciproco delle importazioni dal nostro Paese, comprese le categorie di beni più sensibili per il G7. In tal caso, l’accordo sul grano – e molte altre cose di cui hanno bisogno – finirà per loro”

Leggi anche:  A Gaza il G7 non sta dalla parte dell'umanità". Il j'accuse di Oxfam

Il G7 starebbe discutendo di invertire il proprio approccio alle sanzioni, in modo che le esportazioni verso la Russia siano automaticamente vietate a meno che non siano incluse in un elenco designato di prodotti che possono essere spediti verso il Paese. Secondo il quadro attuale, le merci possono essere vendute alla Russia a meno che non siano esplicitamente inserite in una lista nera.

Medvedev, alleato di lunga data del presidente russo Vladimir Putin, è il vicepresidente dell’influente Consiglio di sicurezza di Putin e dirige una commissione governativa sulla produzione di armi per la guerra in Ucraina.

L’Iniziativa per il grano del Mar Nero è stata concordata da Russia e Ucraina lo scorso luglio per contribuire ad alleviare la crisi alimentare globale. Mosca ha dichiarato di aver accettato di estendere l’accordo solo fino al 18 maggio, mentre Kiev e le Nazioni Unite affermano che l’accordo ha ancora 60 giorni di tempo e stanno cercando un accordo per garantirne la continuazione.

Leggi anche:  Al G7 con i vini di Bruno Vespa mentre il malumore cresce tra molti produttori

L’Ucraina è uno dei maggiori esportatori mondiali di grano e altri cereali, anche verso il Medio Oriente e l’Asia. L’invasione russa dello scorso anno, tuttavia, ha interrotto la principale rotta di esportazione del Mar Nero, facendo salire i prezzi degli alimenti a base di cereali a livello globale.

Native

Articoli correlati