La Bulgaria vieta l'importazione di prodotti alimentari dall'Ucraina
Top

La Bulgaria vieta l'importazione di prodotti alimentari dall'Ucraina

Lo ha annunciato il primo ministro bulgaro Galab Donev, che ha spiegato che lo scorso anno nel Paese è rimasta una «quantità significativa» di prodotti alimentari ucraini in eccesso, aspetto che ha causato l'interruzione delle catene di produzione locali

La Bulgaria vieta l'importazione di prodotti alimentari dall'Ucraina
Il primo ministro bulgaro Galab Donev
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Aprile 2023 - 15.32


ATF

Effetti collaterali di una crisi politica che è diventata anche crisi economica: il governo della Bulgaria ha ufficializzato il divieto temporaneo di importare prodotti alimentari dall’Ucraina, per evitare conseguenze «estremamente gravi per aziende, produttori e agricoltori locali»

Lo ha annunciato il primo ministro bulgaro Galab Donev, che ha spiegato che lo scorso anno nel Paese è rimasta una «quantità significativa» di prodotti alimentari ucraini in eccesso, aspetto che ha causato l’interruzione delle catene di produzione locali.

«Siamo costretti ad adottare questa misura provvisoria, poiché le autorità europee stanno ancora valutando una misura definitiva adeguata», ha sottolineato Donev, che ha confermato che i bulgari resteranno comunque «solidali» verso l’Ucraina.

La Bulgaria decide di adottare questa misura dopo che anche la Polonia, la Slovacchia, l’Ungheria e la Romania avevano informato l’Unione Europea della necessità di limitare le importazioni di prodotti agricoli dall’Ucraina, dato che esse hanno provocato un forte calo dei prezzi e dei gravi danni economici.

Leggi anche:  Gli ucraini hanno attaccato con i droni una fabbrica nella città russa di Korenevo

Tuttavia, la Commissione europea ha ricordato ai loro rappresentanti di aver già introdotto alcune restrizioni e che non sostiene questo tipo di misure unilaterali, poiché la politica commerciale è esclusivamente di competenza dell’Ue.

Native

Articoli correlati