Le Pen contro il governo francese (e quello Meloni): "Macron non doveva far sbarcare Ocean Viking"
Top

Le Pen contro il governo francese (e quello Meloni): "Macron non doveva far sbarcare Ocean Viking"

La presidente di Rassemblement National (RN) Marine Le Pen contro Macron che ha accolto Ocean Viking in Francia. La solidarietà tra sovranisti non esiste

Le Pen contro il governo francese (e quello Meloni): "Macron non doveva far sbarcare Ocean Viking"
Giorgia Meloni e Marine Le Pen
Preroll

globalist Modifica articolo

10 Novembre 2022 - 16.35


ATF

Sovranisti e estremisti di destra: per il governo Meloni-Salvini, amici e camerati di Marine Le Pen era la Francia a doversi far carico di una nave francese. Per Marine Le Pen la Francia non doveva accogliere nessuno.

Come si vede sono pericolosi per loro e per gli altri.

 Accogliere la nave umanitaria Ocean Viking è un “drammatico segnale di lassismo”. È l’opinione di Marine Le Pen, poco dopo il via libera del governo di Parigi per lo sbarco “eccezionale” in Francia dei circa 230 migranti a bordo.

“Accettando per la prima volta che una nave sbarchi migranti in un porto francese (Tolone, ndr), Emmanuel Macron lancia un drammatico segnale di lassismo”, ha dichiarato su Twitter la presidente di Rassemblement National (RN).

“Con questa decisione, non può più far credere a nessuno di voler porre fine a un’immigrazione massiccia e anarchica”, ha aggiunto.

Anche l’ex candidato alla presidenza di estrema destra, Eric Zemmour, ha parlato di un “segnale ai trafficanti”. “È irresponsabile, immorale e contrario alla volontà popolare e persino all’umanesimo che dovrebbe scoraggiare a tutti i costi questi attraversamenti”, ha scritto su Twitter.

Leggi anche:  Marine Le Pen sotto inchiesta per finanziamento illecito della campagna elettorale del 2022

La nave Ocean Viking di SOS Mediterranee, da settimane in attesa di un attracco, sarà accolta domani a Tolone e “un terzo” dei migranti a bordo sarà “ricollocato” in Francia, se regolarizzato: lo ha annunciato il ministro degli Interni, Gerald Darmanin, dopo il Consiglio dei ministri. Ha assicurato che questa accoglienza è avvenuta “in via eccezionale” e che i passeggeri che non soddisfano i criteri dei richiedenti asilo “saranno direttamente” espulsi.

Oggetto di una situazione di stallo tra Francia e Italia da diversi giorni, la nave è attualmente al largo della Corsica con a bordo 231 migranti, tre dei quali sono stati trasportati in aereo questa mattina perché gravemente malati. “Era giunto il momento!”, ha invece sottolineato il deputato di Lfi Antoine Leaument, giudicando – sempre su Twitter – che si trattava per la Francia “di una decisione degna di ciò che la sua bandiera incarna per il mondo”.

Native

Articoli correlati