Top

Russia, lascia l'Ermitage contro la guerra: le dimissioni di Dmitry Ozerkov

Dmitry Ozerkov, capo del Dipartimento di Arte Contemporanea dell'Ermitage, ha annunciato così le sue dimissioni protestando contro la guerra in Ucraina e la propaganda di Mosca

Russia, lascia l'Ermitage contro la guerra: le dimissioni di Dmitry Ozerkov
Dmitry Ozerkov

globalist Modifica articolo

3 Ottobre 2022 - 11.05


Preroll

“Smetto, impossibile fare il mio lavoro in questa Russia”. Dmitry Ozerkov, capo del Dipartimento di Arte Contemporanea dell’Ermitage, ha annunciato così le sue dimissioni. Su Instagram, Ozerkov ha scritto che ha deciso di lasciare l’Ermitage, dove ha lavorato per 22 anni, dopo l’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina: “Dopo che la Russia ha inviato le sue truppe in Ucraina, il dialogo e il rispetto hanno cessato di significare qualcosa in Russia, la notizia è stata sostituita da una propaganda che non dice nulla sul fatto che le forze armate russe sono accusate di numerosi crimini contro la popolazione civile. Come cittadino russo, ho anche considerato questa vergogna come colpa mia e ho condiviso questa opinione”.                                                                                                                          

OutStream Desktop
Top right Mobile

  A quel punto – ha detto Ozerkov – la mia scelta è stata quella di “smettere di fare qualsiasi cosa in Russia e per la Russia di oggi”.      

Middle placement Mobile

 Da marzo, ha ricordato Ozerkov, non ho più partecipato alle attività del museo e ho trasferito la responsabilità della collezione, in cui era impegnato, ad altri dipendenti. Ho lasciato il programma di arte e scienza dell’Università ITMO, la galleria d’arte multimediale Tsifergauz e il consiglio comunale per la cultura sotto il governatore di San Pietroburgo.          

Dynamic 1

 Dimissioni e non solo. Ozerkov ha manifestato l’intenzione di lasciare la Russia.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile