Top

Ucraina, 007 Gb: dopo aver preso Mariupol i soldati russi saranno spostati nel Donbass

I comandanti russi sono sotto pressione e devono dimostrare di poter raggiungere gli obiettivi operativi: la ridistribuzione dei soldati di Mariupol potrebbe essere fatta troppo rapidamente con il rischio dell'assenza di una adeguata preparazione

Ucraina, 007 Gb: dopo aver preso Mariupol i soldati russi saranno spostati nel Donbass
Carro armato russo

globalist

20 Maggio 2022 - 09.33


Preroll

L’intelligence britannica svela le strategie militari di Mosca: non appena la Russia avrà il controllo totale di Mariupol, è probabile che sposterà le sue forze dalla città portuale ridotta in macerie per rafforzare il Donbass. Gli 007 britannici sottolineano, però, che la ridistribuzione dei soldati potrebbe avvenire senza un’adeguata preparazione, con il rischio di ulteriori attriti tra le truppe.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Nel rapporto pubblicato oggi dal Ministero della Difesa di Londra, l’intelligence ricorda che fino a 1.700 soldati ucraini che erano asserragliati nell’acciaieria Azovstal si sono arresi, mentre un numero imprecisato rimane all’interno dell’impianto. La strenua resistenza delle forze ucraine a Mariupol fin dall’inizio dell’invasione significa che i soldati russi in quella zona dovranno essere riequipaggiati e sostituiti prima di poter essere schierati di nuovo in modo efficace.

Middle placement Mobile

Ma questo è un processo che richiede tempo se fatto in modo accurato. Tuttavia, conclude il rapporto, i comandanti sono sotto pressione e devono dimostrare di poter raggiungere gli obiettivi operativi prefissati: da qui, la possibilità di una ridistribuzione dei soldati di Mariupol fatta troppo rapidamente con i relativi rischi.

Dynamic 1

Per Washington, nonostante i successi delle forze ucraine a Kharkiv, l’esercito russo riesce a rafforzare il suo controllo sul Donbass e sul Sud del Paese e questo significa che il conflitto durerà a lungo e che sarà difficile respingere i russi. Lo ha detto un alto funzionario del Pentagono chiedendo l’anonimato. “Siamo assolutamente determinati a fare tutto il possibile per aiutare gli ucraini a difendersi, anche formandoli per utilizzare il materiale che gli forniamo”, ha aggiunto la stessa fonte sottolineando tuttavia che “resteremo prudenti nelle nostre previsioni” sul conflitto.

Gli ucraini, ha osservato la fonte, “si comportano molto bene sul terreno, non hanno problemi di coesione, ma i russi hanno ancora a disposizione una parte importante delle capacità che avevano ammassato dall’autunno” alle frontiere dell’Ucraina.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage