Un influencer brasiliano vorrebbe il partito nazista: "Odiare gli ebrei è un diritto": indagato
Top

Un influencer brasiliano vorrebbe il partito nazista: "Odiare gli ebrei è un diritto": indagato

Bruno Aiub si è scusato dopo la diretta del suo show Flow Podcast sostenendo di aver rilasciato le dichiarazioni mentre era "completamente ubriaco".

Un influencer brasiliano vorrebbe il partito nazista: "Odiare gli ebrei è un diritto": indagato
Bruno Aiub
Preroll

globalist Modifica articolo

9 Febbraio 2022 - 19.59


ATF

Un noto influencer brasiliano, Bruno Aiub, rischia non solo il licenziamento ma anche una condanna giudiziaria per aver diffuso un appello alla creazione di un partito nazista in Brasile, perché “essere contro gli ebrei” sarebbe “un diritto”. 

Aiub si è scusato dopo la diretta del suo show Flow Podcast sostenendo di aver rilasciato le dichiarazioni mentre era “completamente ubriaco”. “Credo che ci dovrebbe essere un partito nazista riconosciuto per legge” ha detto Aiub, intervistando alcuni deputati. E poi: “Se qualcuno vuole essere contro gli ebrei, penso ne abbia il diritto”. Infine: “La sinistra radicale ha molto più spazio della destra radicale, mentre entrambe dovrebbero avere spazio”.

Aiub è stato licenziato dalla casa di produzione che cura il programma, Estudio Flow, e le sue parole sono ora all’attenzione dei magistrati, che secondo la stampa brasiliana stanno indagando sull’ipotesi di reato di “apologia del nazismo”. 

Nel Brasile di Jair Bolsonaro, un presidente che secondo alcuni osservatori si rifà a un’ideologia di destra e radicale, il caso sta facendo discutere. A prendere posizione anche associazioni come la Confederazione israelitica brasiliana, che ha denunciato “le conseguenze terribili per l’umanità del linguaggio d’odio e della difesa del linguaggio d’odio, come provato nel corso della storia anzitutto dal nazismo”.

Leggi anche:  Gaza, il Brasile ancora contro Israele: "La sua azione militare non ha limiti etici o legali"
Native

Articoli correlati