Top

Pina Picierno eletta Vicepresidente del Parlamento Ue: "Lavorerò nel solco di Sassoli"

L'europarlamentare Pd: "Sono convinta che il nostro compito sia quello di onorarne la memoria portando a termine il lavoro fin qui svolto, in tempi che si annunciano ancora difficili"

Pina Picierno eletta Vicepresidente del Parlamento Ue: "Lavorerò nel solco di Sassoli"
Pina Picierno

globalist

18 Gennaio 2022 - 19.23


Preroll

Pina Picierno, europarlamentare per il Partito Democratico, è stata eletta Vice Presidente del Parlamento Europeo: “Questa candidatura e questa elezione sono avvenute in un momento molto difficile per me, per il mio gruppo politico, per il Parlamento, e credo per tantissimi cittadini: la perdita di David Sassoli non è stata solo la perdita di un amico per molti di noi, per chi ha avuto il privilegio di conoscerlo bene” ha detto Picierno appena eletta. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

“È la perdita di un uomo delle istituzioni, di un europeo convinto, di chi ci ha guidato in questa prima metà della nona legislatura attraverso le tempeste della crisi pandemica e delle scelte che abbiamo dovuto compiere in giorni oscuri. Sono convinta che il nostro compito sia quello di onorarne la memoria portando a termine il lavoro fin qui svolto, in tempi che si annunciano ancora difficili. Dobbiamo lavorare nel solco tracciato da Sassoli, valorizzando tutte le potenzialità e gli strumenti del Parlamento europeo, legando la funzione dell’Aula alle nuove sfide che ci attendono”, ha aggiunto. 

Middle placement Mobile

“È ancora troppo marginale la nostra Unione di fronte alle grandi sfide del mondo, agli scenari di guerra e povertà che lo affliggono, alle condizioni sempre più deboli in cui si manifesta la democrazia e la libertà di stampa dentro e fuori i nostri paesi, all’affermazione dei diritti umani e delle libertà. È ancora troppo fragile e poco sostenuto il nostro sistema economico, imprenditoriale, formativo e tecnologico di fronte alle sfide globali dello sviluppo. È ancora solo all’inizio la sfida globale contro il cambiamento climatico e la protezione dell’ambiente in cui viviamo. È ancora troppo debole la voce delle donne per non considerare solo iniziata la sfida del secolo, quella della riduzione definitiva delle diseguaglianze di genere. Tutte queste sfide del nostro processo di integrazione, possono trovare adeguate risposte in un solo luogo: il Parlamento europeo. È proprio da questa riflessione che si svilupperà e articolerà la mia funzione istituzionale di vicepresidente del Parlamento Europeo”, conclude.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage