Top

La Russia si tira fuori: "Neutralità carbonica entro il 2050? Forse nel 2060..."

Il ministro degli Esteri russo: "2050 era stato concordato in ambito G7, quindi non è stato elegante presentarlo al G20"

Serghiei Lavrov al G20
Serghiei Lavrov al G20

globalist Modifica articolo

31 Ottobre 2021 - 15.38


Preroll

Qualunque sia la riunione dei grandi della Terra, G7 o G20, finirà sempre con un rimando al futuro circa le decisioni sulla tutela del clima, anche se di tempo non ce n’è più.
“Il 2050 non è un numero magico, se questa è l’ambizione dell’Ue, altri Paesi hanno altre ambizioni”. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov a margine del G20, sull’obiettivo del 2050 per la neutralità carbonica.
“La Russia cercherà di raggiungere la neutralità carbonica entro il 2060”, ha aggiunto, respingendo “vuote ambizioni”. E sottolineando che il 2050 era stato concordato in ambito G7, quindi “non è stato elegante” presentarlo al G20, non è stato “rispettoso degli altri Paesi del G20”. Lavrov allo stesso tempo ha ringraziato la presidenza italiana per aver “aiutato la negoziazione” a Roma. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile