Il rigore paga: con il 76% della popolazione vaccinata la Norvegia riapre tutto
Top

Il rigore paga: con il 76% della popolazione vaccinata la Norvegia riapre tutto

Dopo 561 giorni di restrizioni il paese scandinavo torna alla normalità e rimuove tutte le misure restrittive compreso il distanziamento sociale

Norvegia, Covid
Norvegia, Covid
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Settembre 2021 - 19.15


ATF

Ottimo segnale: un altro paese nel quale il rigore ha pagato e dove le fughe in avanti non hanno avuto cittadinanza politica.
Dopo 561 giorni di restrizioni, in Norvegia si torna alla normalità. Il Paese scandinavo, seguendo le orme della Danimarca che il 14 settembre ha rimosso tutte le misure restrittive, revoca le ultime limitazioni compreso il distanziamento sociale, a partire dal 25 settembre.  
Come ha annunciato la premier Erna Solberg, oltre all’abolizione di distanziamento sociale, sarà possibile la riapertura di locali notturni e i ristoranti potranno tornare alla piena capienza.
“Ora è giunto il momento di tornare a una normale vita quotidiana – ha detto la premier norvegese – Ora possiamo vivere normalmente”.
Il via libera è stato possibile soprattutto grazie al successo della campagna di vaccinazione. Secondo l’Istituto di Sanità pubblica norvegese, circa il 76% della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino anti-Covid, mentre il 67% è totalmente vaccinato.

Leggi anche:  Inchiesta mascherine, la Procura chiede 1 anno e 4 mesi di carcere per Domenico Arcuri: le accuse dei Pm
Native

Articoli correlati