Top

Di Maio condanna Hamas ma glissa sulla strage dei bambini palestinesi

Le parole del ministro degli esteri durante l'informativa alla Camera su Medio Oriente e Libia, alla luce dei recenti sviluppi

Di Maio
Di Maio

globalist

19 Maggio 2021 - 14.30


Preroll

Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, durante l’informativa alla Camera su Medio Oriente e Libia – alla luce dei recenti sviluppi – ha espresso parole a dir poco timide che non danno conto della enorme sproporzione tra azione e reazione e non rendono giustizia all’enorme crisi che sta investendo il Medio Oriente.
L’Italia esprime una “ferma condanna del lancio di razzi da parte di Hamas, che come Unione europea consideriamo un’organizzazione terroristica.
Rinnovo il pressante appello affinché gli attacchi missilistici dalla Striscia di Gaza cessino con effetto immediato.
Lo ripeto: il lancio indiscriminato di razzi è inaccettabile e ingiustificabile, a prescindere dalle circostanze”.
Sintetizzando in sei punti gli appelli italiani sul conflitto in corso tra Hamas e lo Stato ebraico, Di Maio ha ribadito il “riconoscimento del diritto alla sicurezza di Israele”.
“Riconosciamo il diritto di Israele di proteggere la propria popolazione civile. Evidenziamo, allo stesso tempo, come ricordato anche dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Guterres e dall’Alto Rappresentante dell’Unione Europea Borrell, che l’entità della risposta deve essere proporzionata all’attacco subito e nel pieno rispetto del diritto umanitario internazionale”, ha affermato il responsabile della Farnesina.
L’Italia chiede che siano avviate misure di de-escalation. “Deve essere compiuto ogni sforzo per evitare un’estensione del conflitto.
È quindi cruciale che le parti si astengano da ogni atto di violenza, provocazione e incitamento all’odio. Mi riferisco, innanzitutto, a Gerusalemme che deve tornare ad essere città di pacifica convivenza, non di intolleranza né di nuovi
spargimenti di sangue.
È necessario, a tal fine, che lo status quo dei Luoghi Santi venga rigorosamente rispettato.
Le ostilità di questi giorni hanno poi confermato l’insostenibilità della situazione umanitaria e socio-economica a Gaza, una situazione che va affrontata con urgenza”, ha spiegato Di Maio, inoltre, va sostenuto il “Quartetto per il Medio Oriente”.
“Tentativi di mediazione sono stati tempestivamente messi in campo da parte del Quartetto. Incoraggiamo tutte le parti a impegnarsi costruttivamente, assicurando collaborazione a tali sforzi di distensione”, ha aggiunto il ministro degli Esteri.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage