Top

Trump infuriato con Facebook: "Media corrotti, pagheranno un prezzo politico"

Il social media ha confermato il bando all'ex presidente per aver istigato il golpe di Capitol Hill

Trump
Trump

globalist Modifica articolo

5 Maggio 2021 - 16.40


Preroll

Dopo essere stato bannato da Facebook a gennaio, Zuckerberg ha oggi confermato di volerlo allontanare anche da tutti gli altri social network, compresi Instagram e Twitter.
Donald Trump è tornato per questo all’attacco delle piattaforme social avvertendo che pagheranno un prezzo politico per la loro condotta.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Quello che Facebook, Twitter e Google hanno fatto è una disgrazia totale e un imbarazzo per il nostro Paese. La libertà di espressione è stata portata via al presidente degli Stati Uniti perché i pazzi della sinistra radicale hanno paura della verità, ma la verità verrà fuori comunque, più grande e più forte che mai.

Middle placement Mobile

La gente di questo Paese non li spalleggerà”, ha detto l’ex inquilino della Casa Bianca. “Queste società di social media corrotte devono pagare un prezzo politico e non dovrà più essere permesso loro di distruggere e decimare il nostro processo elettorale”, ha aggiunto.
Questa mattina, un comitato di esperti voluto da Facebook ha confermato la decisione del social fondato da Mark Zuckerberg di escludere Trump dalle proprie piattaforme in seguito al ruolo svolto da Trump nell’istigare la folla ad assalire il Campidoglio lo scorso 6 gennaio.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile