Sgarbo turco alla von der Layen: la sinistra chiede un dibattito al parlamento europeo
Top

Sgarbo turco alla von der Layen: la sinistra chiede un dibattito al parlamento europeo

La presidente dei Socialisti e Democratici nel Parlamento Europeo, Iratxe Garcìa Perez (Psoe), interviene sul sofà gate e chiede chiarimento rispetto a quello che è successo ad Ankara

Ursula von der Layen lasciata senza sedia al ricevimento nel Palazzo di Ankara
Ursula von der Layen lasciata senza sedia al ricevimento nel Palazzo di Ankara
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Aprile 2021 - 12.26


ATF

Iratxe Garcìa Perez (Psoe) presidente del gruppo dei Socialisti e Democratici nel Parlamento Europeo, ha chiesto, attraverso un post sui suoi Social, “un dibattito in plenaria con la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e con il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel per chiarire che cosa è accaduto” ad Ankara e su “come rispettare le istituzioni dell’Ue”.
Ha poi concluso: “Le relazioni tra Ue e Turchia sono cruciali. Ma sono fondamentali anche l’unità dell’Ue e il rispetto dei diritti umani, inclusi i diritti delle donne”.

Il Ppe ha accusato: l’Unione europea è apparsa disunita di fronte a Erdogan

L’Unione europea ha mandato un messaggio di ”disunione” durante la visita della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e del presidente del Consiglio europeo Charles Michel ad Ankara. Lo ha scritto su Twitter il gruppo del Ppe al Parlamento europeo.
”Sfortunatamente è stato mandato un messaggio di disunione dato che i presidenti non sono riusciti a stare insieme quando ce n’era bisogno”, si legge nel tweet a proposito della distanza tra von der Leyen e Michel durante l’incontro con il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.
Quest’ultimo ha riservato una sedia accanto a lui solo a Michel, mentre von der Leyen è stata fatta sedere su un divano distante.

Leggi anche:  Storia di Selahattin Demirtas, il Gramsci curdo che resiste a Erdogan

Per questo, il Ppe chiede ”un dibattito in plenaria sulla recente visita di von der Leyen e Michel ad Ankara”.
Il presidente del gruppo del Ppe Manfred Weber ha quindi affermato che ”la visita ad Ankara dei presidenti von der Leyen e Michel avrebbe dovuto essere un messaggio di fermezza e unità dell’approccio dell’Europa alla Turchia.
Purtroppo si è tradotta in un simbolo di disunione poiché i presidenti non sono riusciti a stare insieme quando era necessario.
Ci aspettiamo di più dalla politica estera europea”.

Oltre al fallimento dell’unità, dobbiamo sapere cosa è stato messo sul tavolo dal presidente Michel, poiché le questioni menzionate necessitano dell’approvazione del Parlamento europeo.
Siamo estremamente preoccupati per gli impegni sui visti o sulle dogane, senza cambiamenti concreti e duraturi della politica turca nel Mediterraneo orientale, nei confronti di Cipro e dei nostri confini esterni”, afferma l’eurodeputato.

”Inoltre la visita non è riuscita a mostrare le nostre più ampie preoccupazioni per quanto riguarda gli attacchi del presidente Erdogan alla società civile e ai prigionieri politici nel paese.
Queste questioni devono essere chiarite e chiediamo quindi un dibattito in plenaria alla presenza dei due presidenti”, ha dichiarato Weber.

Native

Articoli correlati