Blinken: "I diritti umani arretrano in tutto il mondo ma noi li difenderemo"
Top

Blinken: "I diritti umani arretrano in tutto il mondo ma noi li difenderemo"

Il capo della diplomazia americana ha accusato il genocidio commesso contro gli uiguri a maggioranza musulmana nella regione cinese dello Xinjiang

Il segretario di Stato americano Antony Blinken
Il segretario di Stato americano Antony Blinken
Preroll

globalist Modifica articolo

30 Marzo 2021 - 19.25


ATF

Sarà possibile un mondo senza torture, arresti e repressione? E anche un mondo senza bombardamenti sui civili?

Il capo della diplomazia americana Antony Blinken ha deplorato una situazione dei diritti umani che “continua ad andare nella direzione sbagliata” su scala globale, ma ha promesso di difenderli “ovunque” nel mondo, anche tra i “partner” degli Stati Uniti .
“Useremo tutti gli strumenti della nostra diplomazia per difendere i diritti umani e ritenere responsabili coloro che perpetrano abusi”, ha dichiarato presentando il rapporto annuale della diplomazia americana sull’argomento.
Blinken ha insistito in particolare sul “genocidio commesso contro gli uiguri a maggioranza musulmana” nella regione cinese dello Xinjiang e sulla repressione delle forze armate birmane contro i manifestanti contrari al colpo di stato di febbraio.

Leggi anche:  Russia e Cina reagiscono duramente dopo la dichiarazione dei leader riuniti a Washington
Native

Articoli correlati