Focolaio di covid-19 in un impianto di lavorazione della carne in Germania.

In uno stabilimento industriale della catena di supermercati Edeka Ka arlsruhe sono stati riscontrati 69 casi positivi, uno dei quali con la variante inglese

Covid in Germania

Covid in Germania

globalist 4 marzo 2021

Nuovo focolaio di covid-19 in un impianto di lavorazione della carne in Germania. Questa volta ad essere colpito è uno stabilimento industriale della catena di supermercati Edeka, dove sono stati riscontrati 69 casi positivi, uno dei quali con la variante inglese, hanno reso noto le autorità della città sud occidentale di Karlsruhe.

Le persone infettate sono state poste in isolamento, assieme ad altre 140 entrate in contatto con loro. Al momento si ritiene che la catena delle infezioni sia tracciabile e il contagio non sia diffuso. Per questo motivo non sono state per ora prese misure aggiuntive, come il coprifuoco, ha detto un portavoce delle autorità.

Secondo Edeka, i primi due casi sono stati identificati la settimana scorsa con un test di routine. "Riteniamo che il contagio sia avvenuto in ambito privato", ha detto il portavoce della società. L'impianto dove si è sviluppato il focolaio impiega circa 1200 persone. Non ci sono per ora conseguenze sulla rete di distribuzione.

Dall'inizio della pandemia vi sono stati diversi focolai di coronavirus in mattatoi e impianti di lavorazione della carne in Germania, circostanza che ha sottolineato le difficili condizioni di lavoro e di alloggio degli operai, spesso immigrati dell'est Europa. Da allora il governo di Berlino ha imposto regole più severe a tutela dei lavoratori.