Trump fa lo spaccone: "Sono immunizzato dal Covid, la colpa è tutta della Cina"

Il miliardario in una torrenziale intervista alla Fox dove è tornato ad accusare Pechino

Trump

Trump

globalist 11 ottobre 2020

Continua a sparare a zero Donald Trump, che se la prende con Cina, Joe Biden e democratici, ma rassicura sulle sue condizioni di salute, parlando anche in terza persona: "Il presidente è in ottima forma" e "sono immunizzato dal Covid, non so se per un periodo lungo, breve o per tutta la vita". In ogni caso "sono immunizzato" e "ormai non sto prendendo più alcun farmaco".


Per la pandemia, il presidente degli Stati Uniti è tornato a puntare il dito contro Pechino in una intervista alla Fox: "La colpa del virus - ha detto Trump - è della Cina".


Parimenti, Trump si è mostrato nell'intervista sferzante sia nei confronti del suo sfidante democratico per la Casa Bianca Joe Biden che verso l'opinione pubblica che a suo dire lo favorisce. ""Biden ieri - ha detto fra l'altro nell'intervista il presidente Usa ha tossito molto. Ma i media non lo raccontano".


 Nella torrenziale intervista, Trump è stato gravido di accuse torrenziali al Partito democratico e ai suoi vertici impegnati nella riconquista della Casa Bianca.
Lo sfidante Joe Biden è stato nuovamente accusato dal presidente americano di "dire solo bugie". E il partito dell'Asinello (riferendosi ai democratici) nel suo complesso di "tentare di rubare le elezioni".


Con la denuncia di un presunto compolotto ordito dalla leader del Congresso Nancy Pelosi per far sì che alla Casa Bianca Kamala Harris possa entrare da numero uno e non da numero due.
"Vogliono metterci - ha concluso Trump- un esponente di super sinistra come Kamala Harris che è ancora più a sinistra di Bernie Sanders".