Bernie Sanders si ritira dalle primarie: l'avversario di Trump sarà Joe Biden
Top

Bernie Sanders si ritira dalle primarie: l'avversario di Trump sarà Joe Biden

All'inizio della campagna elettorale, Sanders sembrava il favorito tra i candidati, con grandi risultati in Iowa e nel New Hampshire e vincendo in Nevada, ma la sconfitta in Sud Carolina è stata fatale

Bernie Sanders
Bernie Sanders
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Aprile 2020 - 15.52


ATF

Bernie Sanders si è ritirato dalle primarie democratiche degli Stati Uniti, lasciando quindi il compito di sfidare Donald Trump alle elezioni di novembre e Joe Biden. 
All’inizio della campagna elettorale, Sanders sembrava il favorito tra i candidati, con grandi risultati in Iowa e nel New Hampshire e vincendo in Nevada, ma la sconfitta nel Sud Carolina è stato per il senatore del Vermont l’inizio della fine.
Ovviamente, lo scoppio del Coronavirus ha influito parecchio sulla campagna elettorale e Sanders nelle ultime settimane ha dichiarato che la crisi sanitaria che sta colpendo gli Sttai Uniti espone la ‘crudeltà e l’assurdità’ del sistema sanitario americano, che avrebbe voluto sostituire con il Medicare for All, ossia una sanità pubblica gratuita per tutti. Una misura che i democatici hanno sempre osteggiato perché – per quanto per noi europei possa sembrare assurdo – la sanità gestita come un’azienda è un modello che convince la maggior parte degli statunitensi. 
Sanders ha annunciato una diretta Facebook per “un messaggio speciale ai suoi elettori”. 
Il senatore: “Decisione dolorosa ma vincere era impossibile”
Il senatore statunitense Bernie Sanders ha annunciato la sospensione della sua campagna elettorale presidenziale ai suoi elettori: “È una decisione molti difficile e dolorosa. Se avessi creduto di avere un percorso fattibile verso la nomination, avrei portato avanti la campagna” elettorale.
“Vedo la crisi che stringe la nazione, esacerbata da un presidente che non vuole o è incapace di fornire una qualsiasi leadership credibile e di fare il lavoro che deve essere fatto. Non posso, in buona coscienza, continuare con una campagna che non posso vincere” ha aggiunto Sanders.
Sanders ha detto comunque che il suo nome resterà sulle schede elettorali delle primarie democratiche, continuando quindi ad accumulare delegati. L’intenzione è quella di avere un peso nella stesura del programma politico presidenziale dei democratici. Sarà quindi Joe Biden a sfidare il presidente Donald Trump alle presidenziali di novembre.

Leggi anche:  Sesso con una minorenne e droga: il deputato trumpiano Matt Gaetz nella bufera
Native

Articoli correlati