Top

Ungheria, la protesta degli insegnanti: il loro è lo stipendio più basso d'Europa

Solo 500 euro al mese per chi lavora nella scuola pubblica: sempre meno persone vogliono fare l'insegnante e il loro numero si sta riducendo drasticamente

La protesta degli insegnanti in Ungheria
La protesta degli insegnanti in Ungheria

globalist

7 Agosto 2019 - 08.18


Preroll

In Ungheria sta scoppiando una rivolta social da parte degli insegnanti per il loro bassissimo stipendio, 500 euro al mese, meno di un operaio. Su Instagram e altri social media, i giovani professori del paese mostrano il loro stipendio, la loro istruzione e gli anni trascorsi nelle scuole.
Nel 2013 Fidesz, il partito di Viktor Orban, aveva proposto un sistema di aumento degli stipendi nell’istruzione pubblica, ma l’ide afu abbandonata un anno dopo. Rispetto a qualunque altro stato dell’Unione Europea, l’Ungheria è il paese con il divario più alto tra i salari di insegnanti privati e pubblici. Questo implica un altro problema: nessuno vuole più fare l’insegnante. Attualmente in Ungheria ci sono 15.000 insegnanti, con una media di 5.000 pensionati all’anno e solo 3.000 nuovi assunti: di questo passo, nei prossimi 25 anni, il numero complessivo di insegnanti attivi in tutto il territorio ungherese potrebbe ridursi della metà. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile