Sparatoria in una discoteca, tra i cinque morti anche un italiano
Top

Sparatoria in una discoteca, tra i cinque morti anche un italiano

Un musicista ha raccontato: "Un uomo armato ha sparato nel club uccidendo cinque persone e ferendone molte altre"

Un'immagine della sparatoria
Un'immagine della sparatoria
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Gennaio 2017 - 14.29


ATF

Durante la movida sono morti cinque giovani tra cui tre stranieri, nella sparatoria in una discoteca che ospitava un festival di musica elettronica a Playa del Carmen, nota località turistica caraibica dello stato messicano di Quintana Roo, nella penisola dello Yucatan.

Tra le vittime c’è anche un uomo italiano, di origini milanesi. Il suo nome è Daniel Pessina. La Farnesina ha confermato la morte del nostro connazionale.

 Chi era Daniel Pessina. Daniel Pessina, l’italiano rimasto vittima della sparatoria alla discoteca di Playa del Carmen, era di origini milanesi, ma viveva e lavorava da tempo in Messico. Lo hanno confermato alcuni familiari.

I fatti. Dalle prime informazioni non si tratta di un attentato di matrice terroristica, ma di un regolamento di conti tra bande locali. Le prime notizie sono state diffuse da utenti di social network e successivamente riprese dalla stampa messicana e internazionale. Sui social sono stati diffusi anche video di gente che scappa dalla discoteca terrorizzata. Il festival si chiama BPM, dura una settimana, ospita diversi dj internazionali e quest’anno festeggiava il decimo anniversario. Il quotidiano britannico Guardian cita un tweet di Jackmaster, uno dei dj internazionali ospiti della manifestazione, scozzese, secondo il quale “un uomo armato ha sparato nel club uccidendo cinque persone e ferendone molte altre”.  

Leggi anche:  Ad Afragola due battesimi finiscono in una sparatoria: cinque i feriti nello scontro tra famiglie rivali
Native

Articoli correlati