Agenti Usa con prostitute. La Colombia chiede indennizzo
Top

Agenti Usa con prostitute. La Colombia chiede indennizzo

Grande imbarazzo per la Casa Bianca, chiamata a rispondere per il comportamento scorretto degli agenti segreti. Hanno danneggiato l'immagine di Cartagena.

Agenti Usa con prostitute. La Colombia chiede indennizzo
Preroll

redazione Modifica articolo

26 Aprile 2012 - 22.02


ATF

Erano già stati sospesi dalla Casa Bianca e rispediti negli Usa, dodici agenti del servizio di sicurezza del presidente Barak Obama. Oggi il governato di Cartagena, Colombia, chiede un indennizzo per il comportamento degli agenti Usa. Si erano intrattenuti con alcune prostitute prima dell’arrivo del presidente per il Vertice delle Americhe.

“Gli Usa dovranno anche ammettere la loro colpa, nel senso che dovranno far sapere al mondo che Cartagena non è la città che hanno mostrato i Servizi segreti con il loro comportamento inappropriato”, ha detto Nausicrates Perez Dautt, sottosegretario all’interno el governatorato, in un’intervista rilasciata a Radio Caracol.

La vicenda che ha dato via allo scandalo si è saputa, dopo che una delle prostitute si era lamentata con la polizia locale perchè un uomo, che era stato con lei -ed individuato poi come uno degli agenti dei servizi americani- non le aveva pagato il prezzo pattuito. Grande imbarazzo per la Casa Bianca, impegnata nella campagna elettorale.

Leggi anche:  Biden dice di volere lo stato di Palestina ma dopo un negoziato tra le parti con come atto unilaterale
Native

Articoli correlati