Fenomeno Sinner, parlano gli esperti: "E' un esempio per i ragazzi, vive per diventare il numero 1 al mondo"
Top

Fenomeno Sinner, parlano gli esperti: "E' un esempio per i ragazzi, vive per diventare il numero 1 al mondo"

Jannik Sinner, parla il suo scopritore Massimo Sartori: "Jannik vive per andare al numero 1 del mondo, continua ogni giorno a cercare questo traguardo e a breve avrà la possibilità di farlo"

Fenomeno Sinner, parlano gli esperti: "E' un esempio per i ragazzi, vive per diventare il numero 1 al mondo"
Jannik Sinner
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Aprile 2024 - 14.01


ATF

Il fenomeno Sinner è ormai esploso in tutto il mondo, il tennista italiano è salito al numero 2 della classifica Atp ma già ha messo nel proprio mirino la prima posizione, occupata oggi da Nole Djokovic. Massimo Sartori, scopritore e primo allenatore in età adolescenziale di Jannik Sinner, ne ha parlato a Radio 1.

“Jannik vive per andare al numero 1 del mondo, continua ogni giorno a cercare questo traguardo e a breve avrà la possibilità di farlo – prosegue Sartori – È un momento in cui non ci sono avversari che lo possono contrastare. Se prima c’erano 5-6 giocatori come Djokovic, Federer, Nadal, Murray, Del Potro, Wawrinka, Ferrer che potevano contrastarsi tra di loro, in questo momento Jannik ha una superiorità su tutti”. 

Di Sinner ha parlato anche Paolo Bertolucci, ex campione e commentatore per Sky Sport, ai microfoni dell’AdnKronos.

“Ormai cominciano a scarseggiare le parole per Jannik, ci sta abituando male, molto male, ci sta viziando di brutto. Non vorrei che poi quando perderà, perché prima o poi perderà una partita con un giocatore magari inferiore, ci siano dei suicidi in Italia”. 

Leggi anche:  A Wimbledon è il giorno di Sinner-Berrettini: a che ora e come vedere il derby italiano in streaming

“È un grande, grandissimo, enorme, ogni volta che lo vedi giocare ti rendi conto della solidità che ormai possiede, della lucidità con la quale affronta gli avversari e della bravura con la quale poi gli tarpa le ali, gli spunta le armi migliori. Tutte queste cose fanno di un giocatore un fenomeno, vista anche l’età. Quando a un certo punto vinci match contro campioni come Medvedev o Dimitrov, cioè tutta la top ten, significa che tu hai una `cilindrata´ che è insostenibile per gli altri. Una superiorità manifesta. Insomma siamo di fronte a un fenomeno, tutto lì”.

“Sì, la sua cifra è la tranquillità e la calma. Poi i messaggi che lancia ai giovani italiani, allo sport in generale, non solo al tennis, il fatto che lui aveva questa ambizione, questo sogno e che attraverso il lavoro e la serietà si raggiungono certi risultati. La vita è sacrificio, altrimenti i risultati non arrivano, a meno che non sei figlio di miliardari”.

Native

Articoli correlati