Insulto razzista a Juan Jesus, Acerbi escluso dalla Nazionale: "Per la serenità del gruppo e del calciatore"
Top

Insulto razzista a Juan Jesus, Acerbi escluso dalla Nazionale: "Per la serenità del gruppo e del calciatore"

La Figc sul caso Acerbi: "Si è convenuto di escludere Acerbi dalla lista dei convocati per le prossime due amichevoli in programma negli Stati Uniti, per garantire la necessaria serenità alla Nazionale e allo stesso calciatore".

Insulto razzista a Juan Jesus, Acerbi escluso dalla Nazionale: "Per la serenità del gruppo e del calciatore"
Francesco Acerbi e Juan Jesus
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Marzo 2024 - 13.42


ATF

Francesco Acerbi, dopo l’insulto razzista denunciato dal giocatore del Napoli Juan Jesus, non farà parte dei convocati della Nazionale per la tournee negli Usa. La decisione di escludere il difensore dell’Inter dal gruppo è arrivata dopo l’episodio che lo ha visto protagonista ieri in Inter-Napoli con Juan Jesus che ha denunciato una sua offesa razzista prima di ricevere le scuse. Acerbi, fa sapere la Figc, nel ritiro di Roma ha chiarito al Ct, Luciano Spalletti, e ai compagni di non aver avuto alcun intento discriminatorio, ma si è scelto comunque di non farlo restare «per la necessaria serenità della nazionale e dello stesso giocatore». Acerbi lascia oggi stesso il ritiro.

Al posto di Acerbi, è stato convocato il difensore della Roma, Gianluca Mancini, che faceva già parte della lista dei pre convocati. Nella nota diffusa dalla Figc si riferisce che «il calciatore Francesco Acerbi, arrivato questa mattina nel ritiro della Nazionale a Roma, ha spiegato al ct Luciano Spalletti e ai compagni di squadra, come previsto dalla policy interna del Club Italia, la propria versione sulla presunta espressione razzista segnalata dal calciatore Juan Jesus nel corso della gara Inter-Napoli».

Leggi anche:  Serie A, svelato il calendario della stagione 24/25: segui la diretta video, ecco tutte le giornate e i big match

«Dal resoconto del difensore nerazzurro, in attesa che venga ricostruito quanto avvenuto nel rispetto dell’autonomia della giustizia sportiva – prosegue la nota – è emerso che non vi è stato da parte sua alcun intento diffamatorio, denigratorio o razzista. Si è comunque convenuto di escludere Acerbi dalla lista dei convocati per le prossime due amichevoli in programma negli Stati Uniti, per garantire la necessaria serenità alla Nazionale e allo stesso calciatore, che oggi farà ritorno al club di appartenenza».

Native

Articoli correlati