Insulti razzisti: l'arbitro interrompe Getafe-Siviglia
Top

Insulti razzisti: l'arbitro interrompe Getafe-Siviglia

Durante la partita tra Getafe e Siviglia, con gli ospiti in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Sergio Ramos, l'arbitro ha dovuto interrompere la partita al 68' a causa di un grave episodio di razzismo.

Insulti razzisti: l'arbitro interrompe Getafe-Siviglia
Marcos Acuna
Preroll

globalist Modifica articolo

31 Marzo 2024 - 18.38


ATF

Durante la partita tra Getafe e Siviglia, con gli ospiti in vantaggio per 1-0 grazie alla rete di Sergio Ramos, l’arbitro ha dovuto interrompere la partita al 68′ a causa di un grave episodio di razzismo. Dalle tribune è stato udito un insulto di matrice razziale rivolto al terzino del Siviglia, Marcos Acuna. L’arbitro Iglesias Villanueva ha annotato nel suo verbale che sono state udite grida di “scimmia” e “tu vieni dalla scimmia”.

L’assistente ha prontamente avvisato l’arbitro di attuare il protocollo antirazzismo. Il direttore di gara ha portato i fatti all’attenzione del delegato in campo e ha discusso con gli allenatori e i capitani di entrambe le squadre prima di far riprendere il gioco.

Questo episodio evidenzia ancora una volta la persistenza del problema del razzismo nel calcio, nonostante i numerosi sforzi per contrastarlo. È importante che vengano prese misure severe per affrontare questi comportamenti discriminatori. Sergio Ramos ha condannato l’atto, chiedendo rispetto nel calcio e sottolineando che il calcio dovrebbe essere un mezzo di unione e non di separazione.

Leggi anche:  Quando Montanelli raccontò: sposai in Africa una bambina di 12 anni comprandola

Il referto arbitrale ha riportato dettagliatamente l’accaduto, sottolineando che il gioco è stato interrotto secondo il protocollo antirazzismo e che non si sono verificati ulteriori incidenti durante la partita.

Native

Articoli correlati