L'Oms preoccupata: "La rapida diffusione della variante delta dimostra che il virus ha ancora la meglio"

Il direttore dell'ufficio europeo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Hans Kluge: "Dobbiamo stare molto attenti ai grandi eventi di massa, soprattutto se avvengono senza mascherine"

Hans Kluge, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità

Hans Kluge, direttore regionale dell'Organizzazione mondiale della sanità

globalist 17 giugno 2021

La preoccupazione c'è: "Il fatto che ci sia una rapida diffusione della variante Delta significa che il virus ha ancora la meglio": è quanto ha detto alla Deutsche Welle il direttore dell'ufficio europeo dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Hans Kluge, invitando alla cautela a fronte della progressiva revoca delle restrizioni anti-Covid in corso nei paesi europei.

"Dobbiamo stare molto attenti ai grandi eventi di massa, soprattutto se avvengono senza l'uso della mascherina, che rimane ancora un rischio", ha sottolineato, perché sebbene la situazione sia migliorata in Europa, con numeri in calo riguardo a nuove infezioni, ricoveri e decessi, "non siamo ancora fuori pericolo".

"Capisco che nessuno vuole rinunciare a un'altra estate, ma non dovremmo pagarla con un altro inverno in lockdown", ha aggiunto Kluge. E alla domanda su quando la situazione potrebbe tornare alla normalità, il direttore ha detto che "è difficile dare un'indicazione". 

Anche se, ha aggiunto, "i nostri esperti nella regione europea hanno come soglia di riferimento l'80%" della popolazione vaccinata”.