Gimbe frena gli entusiasmi: "Sappiamo ancora molto poco di questi vaccini"

L'intervento di Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, a Omnibus su La7

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

globalist 24 novembre 2020

Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe, è intervenuto questa mattina a Omnibus, su La7 e ha detto: “Secondo me ancora oggi sappiamo molto molto poco di questi vaccini che sono in arrivo, rispetto a quelle che sono le fasce” di popolazione che “realmente possono essere protette rispetto alla documentazione che è stata sottomessa agli enti regolatori”. 


Per Cartabellotta “al momento si può fare sicuramente una programmazione ma di massima, perché ad esempio i dati specifici su quella che è la protezione nei soggetti anziani, che in tutti i programmi vaccinali sono quelli che dovrebbero avere la priorità, non sono suffragati dalla possibilità di vedere realmente quale è esattamente la percentuale di protezione”.


“A gennaio”, prosegue il presidente Gimbe parlando ancora delle dosi, queste “dovrebbero arrivare, ma si devono ancora verificare due cose: la prima quando arriveranno le approvazioni dalle autorità regolatorie, la seconda quando sapremo qual è la capacità produttiva delle singole aziende che sono in corsa. Ma è evidente che in questo momento abbiamo tante variabili sul piatto ed è molto difficile fare una programmazione di dettaglio. Ora noi stiamo ragionando su cose che speriamo che arrivino, ma ci sono ancora tante incertezze”