Fratoianni chiede a Toti di fare un passo indietro: "Si dimetta, ora basta. Orlando candidato? Personalità di livello"
Top

Fratoianni chiede a Toti di fare un passo indietro: "Si dimetta, ora basta. Orlando candidato? Personalità di livello"

Liguria, Fratoianni: «Toti si dimetta e si consenta ai liguri di scegliere il loro futuro, di dare nuova efficacia, trasparenza e funzionalità all'ente regionale». 

Fratoianni chiede a Toti di fare un passo indietro: "Si dimetta, ora basta. Orlando candidato? Personalità di livello"
Nicola Fratoianni
Preroll

globalist Modifica articolo

20 Maggio 2024 - 12.10


ATF

Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italiana, a margine di una conferenza stampa a Genova ha parlato dell’ipotesi di candidatura dell’ex ministro Andrea Orlando per il campo progressista, in caso di elezioni anticipate in Liguria

«Andrea Orlando è un amico e una personalità di assoluto valore e livello, quindi penso che possa rappresentare una risorsa molto importante. Non sono io qui oggi a decidere chi debba essere il candidato o la candidata di una coalizione alternativa a quella delle destre, ma se mi chiedete un commento su Andrea Orlando il mio è un commento molto positivo». 

«Credo sia arrivato il momento che Toti si dimetta, adesso anche basta. È il momento di liberare la regione da tutti i punti di vista, intanto l’istituzione regionale che è paralizzata: penso che nessuna vicenda individuale possa tenere sotto sequestro la Regione che ha responsabilità rilevantissime, nell’interesse generale». 

«Toti si dimetta e si consenta ai liguri di scegliere il loro futuro, di dare nuova efficacia, trasparenza e funzionalità all’ente regionale». 

Leggi anche:  Fratoianni (Avs): "Dobbiamo contendere il governo a questa destra regressiva, non ripetiamo il suicidio del 2022"

«Sono poco appassionato alle geografie astratte. Vedo un sacco di dibattito sul campo largo, giusto, stretto. Io vorrei una proposta politica che funziona perché è in grado di dimostrare in modo chiaro la sua natura alternativa». 

«Per Fratoianni occorre mettere in campo una coalizione, una proposta alternativa che cambi le priorità, cambi l’agenda e consenta di cambiare anche in meglio il futuro dei liguri. La politica funziona quando è in grado di offrire una scelta chiara: chiedo un voto perché penso che l’Europa debba essere l’Europa della pace e non della guerra, sono contrario alla corsa agli armamenti, voglio più medici e infermieri e meno armi. È una scelta molto chiara e netta. La politica è fatta di scelte, vale anche quando si fa una proposta politica per governare i territori. La destra governa secondo una certa idea di opere, sanità, trasporti, ambiente, lavoro e diritti, noi dobbiamo averne un’altra. Se teniamo questa barra diventa facile sciogliere il nodo di come si compongono poi le coalizioni».  

Native

Articoli correlati