Corruzione, Orlando: "La situazione della Liguria è patologica"
Top

Corruzione, Orlando: "La situazione della Liguria è patologica"

Andrea Orlando: «Non ho letto la lettera di Toti, ma il fatto che sia costretto a mandare una lettera per interloquire e confrontarsi con il Consiglio regionale segnala di per sé la situazione patologica in cui si trova la Regione Liguria».

Corruzione, Orlando: "La situazione della Liguria è patologica"
Andrea Orlando
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Giugno 2024 - 11.26


ATF

La situazione in Liguria è in fase di stallo, in attesa di decisioni da parte di Giovanni Totti – ancora ai domiciliari con l’accusa di corruzione. Andrea Orlando, ex ministro del Pd e possibile candidato alla presidenza della regione, a margine di un convegno a Genova sull’antimafia organizzato dal sindacato Siap commenta la lettera al Consiglio regionale dello stesso Toti. 

«Non ho letto la lettera di Toti, ma il fatto che sia costretto a mandare una lettera per interloquire e confrontarsi con il Consiglio regionale segnala di per sé la situazione patologica in cui si trova la Regione Liguria».

«La Dna aveva segnalato in un suo rapporto il rischio che in Liguria ci potessero essere infiltrazioni mafiose in vista del Pnrr. Io avevo sollevato questa questione quando uscì questo rapporto e devo dire che cadde abbastanza nel silenzio. Purtroppo le vicende giudiziarie di questi giorni ci raccontano il fatto che la mafia esiste, che ha una sua capacità di influenzare anche le dinamiche democratiche, che purtroppo qualcuno interloquisce con le organizzazioni criminali. E non penso francamente che fare questo sia nell’interesse della Liguria».

Leggi anche:  Giovanni Toti e il senso dello Stato (si fa per dire) della destra

«La lente di ingrandimento deve essere su tutto ciò che è economia perché la mafia ha grandi capitali, ha la possibilità di reinvestirli, ha disponibilità di liquidità, ha ormai una capacità di infiltrarsi nell’economia legale e quindi l’attenzione deve essere sempre alta e la distanza della politica dalla mafia e dalle sue articolazioni, anche più remote, deve essere massima».

Native

Articoli correlati