Roberto Salis accusa ancora il governo: "Ilaria non può votare, ma da Palazzo Chigi non si è fatto sentire nessuno"
Top

Roberto Salis accusa ancora il governo: "Ilaria non può votare, ma da Palazzo Chigi non si è fatto sentire nessuno"

Roberto Salis: «Non ho sentito nessuno del Governo» ma «bisogna che qualcuno si incarichi che i cittadini possano esercitare i loro diritti».

Roberto Salis accusa ancora il governo: "Ilaria non può votare, ma da Palazzo Chigi non si è fatto sentire nessuno"
Roberto Salis padre di Ilaria
Preroll

globalist Modifica articolo

14 Maggio 2024 - 11.37


ATF

Roberto Salis, padre dell’insegnante milanese detenuta a Budapest e candidata alle Europee con Avs, è tornato sulla denuncia fatta due giorni fa a proposito dell’impossibilità di sua figlia di votare, imposta dalle autorità ungheresi.

«Non ancora. Ieri ho parlato con Ilaria e mi ha detto che hanno chiesto a tutte le persone in carcere chi desiderava votare e quando lei ha avanzato la richiesta le hanno detto che per lei non era possibile perché mancava una normativa italiana che lo consentisse».

«Credo sia un’ipotesi che, nonostante come dice il ministro Tajani ci siano 2500 persone nella situazione di Ilaria, non sia mai stata presa in considerazione e secondo me è abbastanza grave. L’ambasciatore ha detto che non ne sapeva nulla. Le strutture diplomatiche italiane sono molto brave a organizzare party, sulle cose pratiche per i cittadini italiani sono molto meno preparati». Su questo, peraltro, ha affermato Salis, «non ho sentito nessuno del Governo» ma «bisogna che qualcuno si incarichi che i cittadini possano esercitare i loro diritti».

Leggi anche:  Premierato, Orlando (Pd): "Il concetto di stabilità di Giorgia Meloni è quello di un'oligarchia
Native

Articoli correlati