Sondaggi politici, a 41 giorni dalle Europee cambiano i distacchi: ecco i dati dell'ultima rilevazione
Top

Sondaggi politici, a 41 giorni dalle Europee cambiano i distacchi: ecco i dati dell'ultima rilevazione

Sondaggi politici, il Pd guadagna terreno e si attesta al 20,6%. Più staccato il M5s, fermo al 16,3%. Nel centrodestra Forza Italia conferma il sorpasso alla Lega, 8,3% contro 7,9%.

Sondaggi politici, a 41 giorni dalle Europee cambiano i distacchi: ecco i dati dell'ultima rilevazione
Sondaggi politici
Preroll

globalist Modifica articolo

29 Aprile 2024 - 16.17


ATF

Sondaggi politici, secondo Quorum/YouTrend per Sky TG24 Fratelli d’Italia è ancora in vantaggio sugli altri partiti con il 27,6% delle ipotetiche preferenze, perdendo lo 0,2% rispetto a una settimana fa, con il Pd che guadagna terreno e si attesta al 20,6%. Più staccato il M5s, fermo al 16,3%. Nel centrodestra Forza Italia conferma il sorpasso alla Lega, 8,3% contro 7,9%. Sono molti i partiti che puntano a raggiungere il 4%, la soglia di sbarramento per poter entrare nell’Europarlamento. Stati Uniti d’Europa perde lo 0,6% e arriva al 4,4%, appena un decimo davanti ad Alleanza Verdi Sinistra (4,3%, -0,1%). 

In leggera salita Azione (3,5%, +0,2%), che si avvicina all’obiettivo 4%. I risultati e le variazioni rispetto al 22 aprile: Fratelli d’Italia 27,6% (-0,2%); PD 20,6% (+0,1%); Movimento 5 Stelle 16,3% (-0,2%); Forza Italia – Noi Moderati 8,3% (+0,7%); Lega 7,9% (+0,7%); Stati Uniti d’Europa 4,4% (-0,6%); Alleanza Verdi-Sinistra 4,3% (-0,1%); Azione 3,5% (+0,2%); Pace Terra Dignità 2,0% (+0,1%); Libertà 1,0% (-0,6%); Un altro partito 4,1% (-0,1%); Astenuti + Indecisi 40,5% (+2,7%).

Leggi anche:  Premierato, De Cristofaro denuncia: "Sta succedendo qualcosa di clamoroso, la crisi democratica è gigantesca"

Nota metodologica Sondaggio svolto con metodologia CAWI tra il 23 e il 26 Aprile 2024 su un campione di 803 intervistati rappresentativi della popolazione maggiorenne residente in Italia, indagate per quote di genere ed età incrociate, stratificate per titolo di studio e ripartizione ISTAT di residenza. Il margine d’errore è del +/- 3,5% con un intervallo di confidenza del 95%.  

Native

Articoli correlati