Renzi: "Sì al premierato, ma quello della Casellati è uno Schifezzellum. Von Der Leyen? Ha fallito, spero in Draghi"
Top

Renzi: "Sì al premierato, ma quello della Casellati è uno Schifezzellum. Von Der Leyen? Ha fallito, spero in Draghi"

Renzi: «Ursula von der Leyen ha fallito. Ha strizzato l'occhio a Orban, tentennato sulle riforme istituzionali e imposto un'ideologia green che ha distrutto le aziende. Forza Italia difende Ursula, io spero che salti». 

Renzi: "Sì al premierato, ma quello della Casellati è uno Schifezzellum. Von Der Leyen? Ha fallito, spero in Draghi"
Matteo Renzi
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Aprile 2024 - 09.09


ATF

Matteo Renzi, leader di Italia Viva, in un’intervista a La Repubblica ha toccato diversi temi caldi dell’attualità politica, partendo dalla riforma sul cosiddetto premierato, voluta dalla destra. 

«Il premierato è una buona idea, come il Pd e prima il Pds hanno sempre sostenuto. Ma il modello della Casellati è uno schifezzellum: non possiamo votare a favore. Penso che Meloni dopo il voto europeo cambierà tutto e si buttera’ sull’elezione diretta del Presidente della Repubblica».

A proposito di europee, Renzi ha le idee piuttosto chiaro sull’attuale gestione dell’Ue. «Ursula von der Leyen ha fallito. Ha strizzato l’occhio a Orban, tentennato sulle riforme istituzionali e imposto un’ideologia green che ha distrutto le aziende. Forza Italia difende Ursula, io spero che salti». 

«Draghi sarebbe uno straordinario punto di riferimento per tanti. Portarlo ai vertici di Bruxelles è difficile perché non appartiene ad alcuna famiglia europea. Ma se eleggeremo qualche sovranista in meno e qualche centrista in più, la candidatura di Draghi assumerà più forza. Alternative? Tra i socialisti il portoghese Costa, tra i popolari il greco Mitsotakis. Ursula basta, per favore».

Leggi anche:  Chico Forti, De Raho (M5s): "Giorgia Meloni è venuta meno all'immagine istituzionale, è una cosa mai vista"

Il focus di Renzi si ferma poi sulle tensioni in Medio Oriente. «Le conseguenze dell’attacco iraniano a Israele dipenderanno dalla reazione di Israele. Non condivido la lettura di chi parla di assalto all’Occidente: siamo all’ennesima puntata dello scontro interno al mondo arabo tra estremisti e moderati. La guerra va avanti da decenni in varie forme. Per questo è cruciale che Paesi come Giordania o Arabia Saudita abbiano aiutato Israele a sventare i droni iraniani. Per combattere l’estremismo islamico serve un accordo con l’Islam riformista. L’assalto del 7 ottobre del resto è stato pensato per bloccare la pace tra Ryad e Tel Aviv. Siamo in presenza di un cambiamento geopolitico complesso ma interessante».

Inevitabile un passaggio sul Pd e sul caso della regione Puglia. «Non entro nelle questioni giudiziarie, sono garantista. C’è però una clamorosa responsabilità politica di Michele Emiliano: lui ha creato un sistema di potere vergognoso. E ha portato il Pd a copiare i grillini su Tap, Xylella, Ilva, trivelle, buona scuola».

Native

Articoli correlati