Sciopero, Landini (Cgil): "La precettazione ha una logica autoritaria inaccettabile"
Top

Sciopero, Landini (Cgil): "La precettazione ha una logica autoritaria inaccettabile"

Landini (Cgil) attacca ancora Salvini: "Precettare lo sciopero perché per noi è una cosa inaccettabile ed è un elemento ed è una logica autoritaria e antidemocratica che non possiamo accettare".

Sciopero, Landini (Cgil): "La precettazione ha una logica autoritaria inaccettabile"
Maurizio Landini
Preroll

globalist Modifica articolo

5 Dicembre 2023 - 16.55


ATF

Maurizio Landini, segretario nazionale della Cgil, in un incontro con la stampa a Bruxelles è tornato sulla questione degli scioperi e del diritto allo sciopero, messo sotto attacco da Matteo Salvini e dal governo Meloni.

«Noi abbiamo impugnato, e andremo davanti anche al Tar e ai tribunali se necessario, la decisione del ministro Salvini di precettare lo sciopero perché per noi è una cosa inaccettabile ed è un elemento ed è una logica autoritaria e antidemocratica che non possiamo accettare che passi perché vuol dire mettere in discussione la libertà e i principi sanciti dalla nostra Costituzione». 

«Come è noto è la Costituzione che garantisce questo diritto ed è bene che sia chiaro a tutti lo sciopero non è un diritto delle organizzazioni sindacali o di qualche sindacalista, è un diritto delle persone che possono decidere di farlo o di non farlo come strumento per difendere i propri diritti. Se tu limiti e neghi questo diritto, stai negando la libertà dei cittadini e delle persone di poter utilizzare anche questo strumento in più».  

Leggi anche:  Regionali, Todde accusa la destra: "Governo di fascisti, dalla Sardegna parta una vera Resistenza"
Native

Articoli correlati