Landini (Cgil) verso lo sciopero: "Le privatizzazioni ci hanno resi più deboli e più poveri"
Top

Landini (Cgil) verso lo sciopero: "Le privatizzazioni ci hanno resi più deboli e più poveri"

Landini (Cgil): "Tutte le volte che abbiamo affrontato le privatizzazioni, alla fine abbiamo svenduto pezzi importanti del nostro sistema industriale e manifatturiero. E non è servito a niente, perché siamo diventati più deboli e più poveri".

Landini (Cgil) verso lo sciopero: "Le privatizzazioni ci hanno resi più deboli e più poveri"
Maurizio Landini
Preroll

globalist Modifica articolo

8 Novembre 2023 - 14.22


ATF

Maurizio Landini, segretario della Cgil, ha illustrato ancora una volta i motivi che porteranno i lavoratori a scioperare, un’iniziativa condivisa con la Uil. L’obiettivo del leader sindacale si è fermato anche sulle privatizzazioni che ormai da anni stanno caratterizzando la svendita del settore pubblico.

“Abbiamo già visto che tutte le volte che abbiamo affrontato le privatizzazioni, alla fine abbiamo svenduto pezzi importanti del nostro sistema industriale e manifatturiero. E non è servito a niente, perché siamo diventati più deboli e più poveri”.

“Le privatizzazioni per 20 miliardi sono quelle della Tim? Regalano valori come la rete. Oggi non c’è una politica industriale degna di questo nome, non si fanno le scelte su Tim, Ilva e il settore auto. Vogliamo cambiare le politiche economiche e sociali che il Paese ha bisogno di realizzare strutturalmente”.

Leggi anche:  Referendum sul lavoro, Fratoianni: "Ottima notizia aver raggiunto le 500mila firme, noi al fianco della Cgil"
Native

Articoli correlati