Marco Cappato incontra gli esponenti del Pd: "C'è sintonia sulle priorità"
Top

Marco Cappato incontra gli esponenti del Pd: "C'è sintonia sulle priorità"

Marco Cappato: “La strada, sulla quale sono impegnato da anni a livello europeo con Euman, è quella indicata da 27 premi Nobel: spostare le tasse dal lavoro alle emissioni inquinanti e al consumo di risorse ambientali".

Marco Cappato incontra gli esponenti del Pd: "C'è sintonia sulle priorità"
Marco Cappato
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Settembre 2023 - 15.21


ATF

Marco Cappato, candidato del centrosinistra alle elezioni suppletive del 22-23 ottobre per il collegio senatoriale di Monza e Brianza che fu di Silvio Berlusconi, ha incontrato una delegazione di esponenti del Pd con i quali ha avuto un “confronto positivo” basato sulla “sintonia” in fatto di obiettivi prioritari come “sostegno fiscale al lavoro, salute e mobilità sostenibile”. Lo ha scritto in una nota lo stesso tesoriere dell’associazione Luca Coscioni. 

“La strada, sulla quale sono impegnato da anni a livello europeo con Euman, è quella indicata da 27 premi Nobel: spostare le tasse dal lavoro alle emissioni inquinanti e al consumo di risorse ambientali. Solo in questo modo si riuscirà a garantire un salario minimo netto adeguato ed ottenere che la lotta per arginare il cambiamento climatico si coniughi con la tutela dei lavoratori in particolare nelle fasce medie e basse di reddito”.

L’esponente radicale è contro le nuove tratte di Pedemontana e favorevole a “progetti alternativi di mobilità sostenibile, come la connessione dei poli industriali con la linea ferroviaria, le ciclovie parallele alla Valassina e alla Milano Meda, il rafforzamento delle linee esistenti e l’investimento per sconti anziani e studenti nell’abbonamento al trasporto pubblico”. Sulla salute, l’impegno è quello di portare in Senato le richieste di rafforzamento della sanità territoriale, anche attraverso le case di comunità, senza delegare ai privati il governo del sistema sanitario.

Leggi anche:  Orlando (Pd): "Von der Leyen non è la vittoria dei socialisti ma il male minore"
Native

Articoli correlati