Salvini, attacco sgangherato a Gentiloni: "Gioca con la maglietta di un'altra nazionale"
Top

Salvini, attacco sgangherato a Gentiloni: "Gioca con la maglietta di un'altra nazionale"

Matteo Salvini attacca Paolo Gentiloni. Con gli occhi puntati alle prossime elezioni europee il vicepremier e segretario della Lega non usa giri di parole

Salvini, attacco sgangherato a Gentiloni: "Gioca con la maglietta di un'altra nazionale"
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Settembre 2023 - 23.23


ATF

Il solito attacco volgare e arrogante da parte di una persone che ha già dimostrare il basso libello della polemica politica, come già si era visto ai tempi della sua triste presenza al Viminale.

Matteo Salvini attacca Paolo Gentiloni. Con gli occhi puntati alle prossime elezioni europee il vicepremier e segretario della Lega non usa giri di parole: “Ho avuto l’impressione di avere un commissario europeo che giocava con la maglietta di un’altra nazionale.

“Più che dare suggerimenti, elevava lamenti e critiche” ha detto intervenendo a Roma a un convegno. Una dichiarazione che ha sollevato subito le critiche delle forze politiche di opposizione e alla quale ha replicato in serata da Venezia lo stesso Gentiloni: il commissario italiano – ha detto – ha la fiducia del governo italiano “per definizione”.

Calenda: “Salvini gioca in un altro campionato”

 A stigmatizzare Salvini è stato per primo il leader di Azione, Carlo Calenda. “E’ una persona seria, preparata, che ha dimostrato un grande senso delle istituzioni italiane ed europee. E’ anche ‘un gentiluomo’” le sue parole su Gentiloni, mentre Salvini “gioca in un altro campionato, quello ‘Lonza e Mojito'”.

Leggi anche:  Salvini in stile Vannacci: "Depositata una proposta di legge per reintrodurre la leva". La destra si spacca

Schlein in difesa di Gentiloni

 Ma a scendere a difesa di Gentiloni è stata anche la segretaria del Pd Elly Schlein.  “Solito schema – afferma – la destra non trova soluzioni e allora cerca nemici. Il governo che attacca Gentiloni è la dimostrazione che di fronte ai problemi economici e sociali del Paese chi lo sta governando non ha idea di come affrontarli”.

Le elezioni europee

 Salvini aveva espresso le sue critiche proprio parlando delle prossime elezioni europee. “E’ fondamentale avere commissari europei che difendano l’interesse dell’intera comunità e del Paese“, aveva detto nel pomeriggio. Secondo il leader della Lega “il voto europeo del prossimo giugno sarà determinante per gli equilibri che mi auguro nuovi in Parlamento e Commissione. Sui temi della casa, del lavoro, dell’auto, della mobilità, della sicurezza, dell’immigrazione, la prossima legislatura europea sarà  quella per cui si vive o si sopravvive. Penso a temi demenziali come la plastic tax, fatti contro l’industria italiana, che è una delle più green. Invece di aiutarti, ti tassano”. “Io spero – aveva poi aggiunto – che Timmermans vinca le elezioni in Olanda e vada a fare danni solo là e non in tutta Europa”.

Leggi anche:  Salvini non vuole rinunciare al 'suo' Ponte: "Nessuno vuole che crolli, farò di tutto per far partire i lavori nel 2024"

Gentiloni il “centravanti della nostra squadra in Europa”

 A rispondere per le rime a Salvini è stato anche il capogruppo del Pd al Senato Francesco Boccia che ha definito Gentiloni “il centravanti della nostra squadra in Europa” e sostenuto che il leader della Lega e vicepremier “dovrebbe solo avere rispetto della storia di queste persone: è faticoso capire le dinamiche europee per uno che era abituato a mettere la maglia di Putin e giocare un anno per la Russia, un anno per l’Ungheria, un anno per la Polonia”.

Europa+ alza il tiro sul premier Meloni

 Critiche anche da Europa+ che alza il tiro sulla premier. “Mi chiedo – ha affermato Benedetto Della Vedova – se Meloni condivida l’attacco sgangherato del suo vice Salvini al Commissario europeo per gli affari economici Paolo Gentiloni”.

Di elezioni europee ha parlato anche Gentiloni, ribadendo che non si candiderà. “Magari mi sbaglio – ha poi aggiunto -, ma per la prima volta da quando si vota per il Parlamento europeo, può essere che le prossime elezioni siano davvero per l’Europa, e non per testare il consenso nazionale o regionale”. 

Native

Articoli correlati