Insultò Carola Rackete, la destra salva Matteo Salvini: respinta l'autorizzazione a procedere
Top

Insultò Carola Rackete, la destra salva Matteo Salvini: respinta l'autorizzazione a procedere

Insulti a Carola Rackete, la maggioranza protegge Salvini. Sessanta i voti contrari espressi nell'Emiciclo e 5 gli astenuti. Contro il parere M5s, Pd e Avs. Astenuti gli esponenti di Azione-Italia viva. 

Insultò Carola Rackete, la destra salva Matteo Salvini: respinta l'autorizzazione a procedere
Carola Rackete e Matteo Salvini
Preroll

globalist Modifica articolo

28 Giugno 2023 - 14.39


ATF

La maggioranza salva ancora Matteo Salvini. Il Senato, con 82 voti favorevoli al parere espresso dalla Giunta per le Immunità, ha infatti respinto l’autorizazione a procedere chiesta nei confronti di Matteo Salvini, allora ministro dell’Interno, accusato di diffamazione continuata e aggravata per aver offeso la reputazione di Carola Rackete, comandante della nave «Sea Watch 3», con riferimento alla missione con soccorso in mare di 53 persone nella zona SAR libica del 12 giugno 2019.

Il parere della Giunta per le Immunità di Palazzo Madama, a maggioranza, ha chiesto all’Assemblea di deliberare che «le dichiarazioni rese dal senatore Matteo Salvini costituiscono opinioni espresse da un membro del Parlamento nell’esercizio delle sue funzioni e ricadono pertanto nell’ipotesi di cui all’articolo 68, primo comma, della Costituzione». Sessanta i voti contrari espressi nell’Emiciclo e 5 gli astenuti. Contro il parere M5s, Pd e Avs. Astenuti gli esponenti di Azione-Italia viva. 

Leggi anche:  Conte al Pd: "Lavoriamo su obiettivi concreti, il governo Meloni? La destra litiga ed è divisa su tutto"
Native

Articoli correlati